Punti Patente: Come fare controllo e verifica del saldo dei punti sulla patente

Siete arrivati al diciottesimo anno di età, vi siete iscritti ad una scuola guida, avete partecipato alle lezioni di teoria e avete guidato per la prima volta con l’istruttore e con un vostra amico o parente, infine avete superato gli esami scritti e di pratica e vi hanno rilasciato la patente.

Tutti i vostri sforzi, tutto il vostro impegno è stato ripagato con quella tesserina che vi permetterà di guidare un’autovettura, di viaggiare e raggiungere qualsiasi meta, di portare con voi amici e fidanzate/i.

Ma ora la domanda che vi ponete è: “Come farò a controllare e verificare il saldo dei punti sulla mia patente?”. Questa giuda vi aiuterà, basterà leggerla con molta attenzione!

Il sistema della patente a punti

A partire dal primo luglio 2003 è in vigore in Italia il meccanismo cds della patente a punti. Potete visualizzare questo meccanismo andando a leggere la norma di riferimento che è l’articolo 126-bis del codice della strada.

Potrete inoltre visualizzare la tabella che vi illustrerà le sanzioni ed i punti corrispettivi che vi verranno decurtati se infrangerete determinate norme.

Punteggio iniziale e decurtamento

Quando si ottiene la patente con essa vengono attribuiti immediatamente venti punti che sono a loro volta annotati nell’anagrafe nazionale degli abilitati alla guida.

Quando si violano le norme del codice della strada essi vengono decurtati se sono presenti sul verbale di contestazione.

Eccovi degli esempi:

  • se non accenderete le luci anabbaglianti vi verrà decurtato 1 punto;
  • se parcheggerete nella sosta per invalidi vi verranno detratti 2 punti;
  • se guiderete senza casco vi verranno decurtati 5 punti;
  • se non vi allaccerete le cinture di sicurezza vi verranno decurtati 5 punti;
  • se non darete la precedenza ai pedoni sulle strisce perderete 8 punti;
  • se supererete il limite dei 60 km/h vi verranno tolti 10 punti;
  • se supererete i 40 km/h ma non i 60 Km/h ne perderete 6 di punti;
  • se guiderete sotto l’effetto di alcool o droghe perderete 10 punti;
  • Anche l’utilizzo del cellulare mentre si sta guidando è un’infrazione ed è prevista un decurtamento di 5 punti, ma siccome l’ISTAT ha rilevato che il suo utilizzo è fra le prime cause di incidenti stradali, il governo ha annunciato una nuova stretta pensando anche al ritiro immediato della patente.

Se la contestazione non vi viene effettuata immediatamente, sarete obbligati a comunicare entro 60 giorni chi era alla guida in modo che da poter procedere al decurtamento dei punti.

Se non lo farete andrete incontro ad una sanzione economica. Se la vostra patente è stata rilasciata successivamente al primo ottobre 2003 e non siete in possesso di altre patenti B o di categorie superiori, il decurtamento dei punti verrà raddoppiato per i primi tre anni dal rilascio del documento.

Sempre che rientriate in questa fascia se non violerete nessuna norma vi verrà assegnato un punto per ogni anno fino ad un massimo di tre punti.

Se commettete infrazioni, ma nei due anni successivi non vi sono stati decurtati altri punti, avrete il reintegro completo dei punti, avrete perciò di nuovo venti punti.

Se non commetterete mai infrazioni nell’arco di due anni, vi verranno assegnati due punti fino a raggiungere il tetto massimo di trenta punti complessivi.

Potrete perdere da 1 a 10 punti a seconda della gravità dell’infrazione del codice della strada da voi commessa. Nell’eventualità che commettiate più infrazioni contemporaneamente vi possono essere decurtati al massimo 15 punti patente.

Se però una delle infrazioni da voi commessa preveda come conseguenza la sospensione o la revoca della patente, voi perderete immediatamente tutti i punti.

Ricordatevi che finiti i punti della patente non vi resterà altro da fare che rifare il corso di guida e sostenere nuovamente l’esame perché la vostra vecchia patente non sarà più valida, vi verrà ritirata, sarà sottoposta a revisione e riconsegnata alla fine dell’esame se superato.

Vi rammento anche che si dovranno rifare gli esami di teoria e pratica anche quando in dodici mesi ed in tre diversi momenti perdiate 5 punti per tre infrazioni diverse.

Se possedete il CAP KB o CQC avrete un’ ulteriore dotazione di 20 punti che vi verranno decurtati quando le violazioni avverranno in “servizio”, cioè solo quando state guidando veicoli che richiedono tali categorie.

Se commettete un’infrazione ma non state conducendo un veicolo che richieda le categorie CAP o CQC, i punti vi verranno detratti dalla categoria di appartenenza come nei casi precedentemente illustrati.

Controllare e verificare il saldo punti sulla propria patente

Potrete controllare in tempo reale il saldo punti della vostra patente presso l’anagrafe nazionale degli abilitati alla guida andando sul sito: “www.ilportaledellautomobilista.it”, basterà che effettuate la registrazione e potrete accedere alla vostra area personale.

In questa area i dati relativi al saldo ed estratto punti sono aggiornati con frequenza settimanale nella giornata di venerdì.
Registrarsi a questo portale è facile e veloce, basterà accedere ai servizi dedicati al Cittadino, dovrete cliccare sul link “Iscriviti”posto nella pagina principale nell’area login.

Poi dovete cliccare nell’area “Cittadino” e proseguite cliccando sul link “Guida alla registrazione”. In quest’ultimo link troverete tutti i passaggi per effettuare la vostra registrazione al portale e dopodiché potrete visualizzare il vostro punteggio.

Tenete a portata di mano la patente, il codice fiscale. Vi verrà inviata un’e-mail di conferma e una volta confermata potrete visualizzare il vostro saldo.

Questo portale è gratuito e autorizzato dal Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture e vi offre una lunga serie di servizi che vi saranno molto utili tra cui appunto la verifica dei punti della patente.

Se siete amanti della tecnologia e possedete un dispositivo Apple ( che sia iPad, iPhone o iPod Touch), potete scaricare da Google Play o dall’App Store di iOS l’applicazione “iPatente” attraverso la quale potrete tenere il saldo del vostro punteggio e calcolare anche le eventuali decurtazioni sempre però registrandovi al sito”ilportaledellautomobilista.it”. Questa applicazione è gratuita e ufficiale della Motorizzazione Civile e anche questa offre diversi altri servizi a voi molto utili.

Per controllare e verificare il vostro saldo punti della propria patente è possibile, inoltre, utilizzare il numero 848782782 attivo 24 ore su 24. Una voce registrata vi guiderà affinché otterrete le informazioni che cercavate.

Tenete sa portata di mano il vostro documento, poiché vi verrà chiesto il numero della vostra patente oltre ad altri dati personali come la data di nascita.

In pochi passaggi e in altrettanti pochi minuti otterrete le vostre informazioni Dovrete anche porre attenzione al fatto che non si tratta di un numero verde, il costo della chiamata urbana varia a seconda del vostro piano tariffario e si può accedere solo attraverso un telefono fisso.

Recupero punti della patente

Non allarmatevi se il vostro punteggio è basso, infatti potrete incrementarlo nuovamente frequentando un corso specifico con obbligo di esame finale presso le autoscuole o da soggetti autorizzati dal Ministero dei Trasporti.

Questi corsi hanno modalità differenti e costi variabili. Possono durare dai 15 giorni fino ai 30 giorni. Gli argomenti trattati durante i corsi sono molteplici e toccano tematiche come: segnaletica, veicolo, comportamento, incidenti e molto altro ancora.

empre per i corsi per il recupero dei punti non sono previsti esami ma la raccolta delle presenze. I costi possono essere agevolati dal fatto di essere tesserati o meno ad associazioni o enti ufficialmente legate al mondo delle auto come ad esempio A.C.I.Questi costi ammontano a poche centinaia di euro circa.

Frequentando questi corsi, se possedete una patente di categoria A e/o B potrete recuperare fino a 6 punti. Se possedete la patente di categoria C, C+E, D e D+E, potrete recuperare fino a 9 punti.

ISAE – il Team

L’attività SEO su Isae.it è gestita dalla Fattoretto srl.

Per contattare il team di Isae.it e richiedere informazioni basta andare nella pagina contatti, che potrai trovare cliccando qui.

Disclaimer

Tutte le informazioni presenti nel sito isae.it sono da intendere a puro scopo informativo e NON rappresentano in alcun modo consigli o indicazioni finanziarie. Gli Autori ed i titolari di isae.it non possono garantire il successo delle strategie suggerite e non si assumono la responsabilità per le scelte e gli investimenti fatti dai lettori.

ISAE- Istituto Studio Analisi Economica

L’ISAE prosegue le inchieste congiunturali sui consumatori e sulle imprese già svolte dall’ISCO, garantendone la continuità scientifica, per quel che riguarda le serie storiche dal 1982. Le indagini sono svolte nell’ambito di uno schema armonizzato in sede europea, che ne consente la comparazione con quelle realizzate da altri analoghi Istituti comunitari (come l’Institut National de la Statistique et des Etudes Economiques – INSEE in Francia e l’Institut fűr Wirtschaftsforschung – IFO in Germania).

Copyright 2018 Isae.it di Fattoretto srl – P.iva 04245770278

L’attività SEO su Isae.it è gestita da www.massimofattoretto.com.