Interessi Conto Deposito: i Conti di Deposito con gli Interessi più Elevati

Oggigiorno, poiché ci si ritrova dopo un lungo periodo dove gli interessi hanno visto tassi di interesse ai minimi storici, i risparmiatori sono in cerca come non mai di diverse forme di investimento allo scopo di poter far fruttare i propri risparmi. Diversi sono gli strumenti che possono essere considerati, uno tra questi è proprio il conto deposito che offre tassi di interesse interessanti.

Cos’è il conto deposito?

Il conto deposito, come accennato, non è nient’altro che una forma di investimento per mettere a frutto i propri risparmi. Il conto di deposito si differenzia dal conto corrente perché mentre quest’ultimo permette di effettuare le classiche operazioni di cui tutti siamo a conoscenza, il conto deposito invece risulta essere più limitato in termini di operazioni che è possibile effettuare.

Inoltre il conto deposito generalmente permette di ottenere tassi di interesse significativamente superiori rispetto a quelli riconosciuti dal normale conto corrente.

Per prima cosa per aprire un conto deposito è indispensabile possedere un conto corrente, o presso l’istutito di credito in cui si apre il deposito o presso altro istituto, inoltre con il conto deposito è possibile effettuare esclusivamente tre tipologie di operazioni ovvero: trasferimento delle somme di denaro dal conto corrente al conto deposito, vincolo delle somme di denaro sul conto di deposito e infine trasferimento del denaro dal conto deposito al conto corrente.

Come funziona un conto deposito

Il conto deposito riconosce un certo tasso di interesse, indicato nel contratto, sulle somme depositate in esso. Quindi affinché il conto deposito possa iniziare a produrre interessi sarà necessario alimentarlo effettuando uno o più versamenti attraverso un bonifico bancario o RID.

Successivamente, alla scadenza o anche prima se il contratto lo prevede, sarà possibile prelevare il capitale che è stato depositato e il totale degli interessi maturati sulla somma depositata, in relazione sia al tasso di interesse che alla durata della permanenza del capitale, mediamente un bonifico dal conto di deposito al conto corrente principale.

Altro elemento di differenza rispetto al conto corrente lo si ritrova nel fatto che il conto di deposito non permette di ricorrere allo scoperto (nel gergo comune “andare in rosso”) e di conseguenza l’istituto di credito non sarà interessato al controllo del merito creditizio del cliente.

Le Tipologie di conto deposito

I conti depositi si differenziano tra di loro per una serie di differenti caratteristiche che questi possono avere.
Vi sono conti depositi che si potranno aprire solo online e conti deposito che invece potranno essere aperti esclusivamente in filiale. Solitamente le banche online, avendo dei costi di gestione minori rispetto alla classica banca tradizionale con sedi fisiche su tutto il territorio, offrono dei tassi di interesse più elevati sui conti deposito ma al contempo l’aperto del conto stesso, come indicato nel paragrafo successivo, prevede dei passaggi ulteriori e l’apertura non immediata dello stesso.

Altra differenza la si riscontra nei conti di deposito:

Conti Deposito liberi: permettono di prelevare in qualsiasi momento il capitale trasferito in esso riconoscendo il tasso di interesse per il tempo di permanenza;

Conti Deposito vincolati: dove la somma di denaro appunto “vincolata” non potrà essere ritirata prima della scadenza naturale del vincolo.
Naturalmente i conti vincolati garantiscono un tasso di interesse più elevato rispetto ai conti di deposito liberi senza vincoli.

Come aprire un conto deposito

La modalità per l’apertura di un conto deposito è leggermente differente a seconda dell’istituto di credito che si intende scegliere in quanto sarà possibile optare sia per l’apertura di un conto deposito in una “sede fisica” che direttamente online. Ovviamente le procedure possono presentare delle lievi differenze ma fondamentalmente i passi da seguire sono per grandi linee gli stessi.

Come prima cosa fondamentale leggere le condizioni contrattuali del conto deposito che stiamo per aprire perché, nonostante possa risultare lungo e a tratti noioso, all’interno del contratto troveremo tutte le informazioni necessarie affinché possiamo capire a fondo lo strumento senza trovarci di fronte a sorprese inaspettate. Banalmente, all’interno del contratto troveremo tra le altre cose la durata del conto deposito e del tasso di interesse che verrà riconosciuto.

Dopo un’attenta lettura dello stesso, a questo punto risulterà necessario procedere alla sottoscrizione e alla firma del contratto stesso per presa visione e accettazioni delle condizioni contrattuali.

La fase successiva prevede una differenza tra un conto di deposito online rispetto al conto di deposito di una banca tradizionale:

  1. nella banca tradizionale (sede fisica dell’istutito di credito) basterà rilasciare al dipendente che ci sta seguendo una fotocopia della carta di identità e del codice fiscale per identificare così i titolari del conto deposito
  2. per un conto deposito aperto online invece la procedura presenta un passaggio in più infatti, poiché l’identificazione non è effettuata di persona da un dipendente della banca, sarà necessario procedere ad una identificazione “più solida”.

Quindi oltre all’invio della copia del documento di riconoscimento, nonché del codice fiscale, sarà necessario, alternativamente, effettuare un bonifico bancario oppure un RID, in tutti i casi però è necessario possedere già un conto corrente per poter effettuare l’operazione.

E’ da segnalare inoltre che alcune banche online permettono l’identificazione direttamente con un operatore tramite webcam semplicemente seguendo le istruzioni che di volta in volta ci saranno indicate dall’operatore.

Ovviamente essendo la procedura online più “articolata” il conto deposito in questo caso sarà reso operativo esclusivamente dopo che il sistema avrà riconosciuto valida l’identificazione del cliente.

Uno dei migliori siti online per il confronto dei conti deposito è sicuramente ilmigliorcontodeposito.com, che vi invitiamo a consultare.

Migliori tassi di interesse conti deposito 2018 e anticipazioni 2019

Veniamo ora alla scelta del conto di deposito con i migliori tassi di interesse del 2018.

Miglior conto deposito libero
: conto deposito Credit Agricole che riconosce un tasso di interesse annuo lordo dell’ 1,00% con una durata massima fino a 12 mesi e un importo minimo di €5.000 (imposta di bollo 0,20% annuo sul totale). E’ possibile aprire il conto sia online che in filiale e non presenta alcun vincolo, quindi è possibile ritirare il capitale in qualsiasi momento. Se decidessimo di investire €10.000 per 12 mesi avremo un guadagno netto di circa €54.

Miglior conto deposito vincolato
: Conto Deposito ING Direct con un tasso di interesse del 2% con un vincolo di 6 mesi ed è possibile investire fino ad un massimo di €100.000

Conto Deposito Widiba offre per i nuovi clienti un tasso promozionale del 1,50% per i capitali vincolati per 6 mesi per un importo minimo di €1.000 fino ad un massimo di €500.000.

Conto deposito Che Banca prevede un tasso promozionale per i clienti che decideranno di vincolare nuova liquidità per un periodo di 6 mesi riconoscendo un tasso di interesse pari all’ 1,25%, inoltre prevede la possibilità, nonostante si tratti di un conto di deposito vincolato, la possibilità di poter prelevare immediatamente le somme vincolate anche prima della scadenza senza dover pagare nessuna penale e riconoscendo allo stesso tempo il tasso di interesse base previsto per i conti di deposito non vincolati.

Investendo €10.000 per 6 mesi, sfruttando il tasso promozionale, si avrà un guadagno di €46,37 (il tasso promozionale è davvero accattivante considerando che vincolando lo stesso importo per 12 mesi con un tasso di interesse riconosciuto di 0,40% il guadagno che si otterrebbe è pari a €29,00).

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *