Azioni Amazon: Attenzione a Bezos

Azioni Amazon, occhio a Bezos

Ne è passata di acqua sotto i ponti da quando un giovane Jeff Bezos lasciò il suo lavoro a Wall Street per aprire la sua impresa nel garage di casa e vendere libri. Oggi la sua azienda, Amazon, il cui nome deriva da Rio delle Amazzoni, lo ha reso l’uomo più ricco del mondo diventando leader nella vendita per corrispondenza.

Negli ultimi anni le azioni di Amazon sono in costante crescita, merito delle importanti innovazioni applicate sia in ambito logistico che in altri ambiti tecnologici. Analizziamo insieme quali sono i punti di forza di questa azienda, le eventuali aziende controllate e l’andamento dei prezzi azionari degli ultimi anni, per capire se investire o meno in azioni Amazon sia una scelta conveniente.

Come nasce Amazon

Amazon è la più grande internet company al mondo, una delle prime aziende che incominciò a commerciare prodotti sul web nel lontano 1995. Ma non è sempre stata una storia di successo e inizialmente fece molta fatica a imporsi sul mercato, dato che all’epoca molte compagnie furono travolte dal dot-com crash: una bolla speculativa che ebbe un forte impatto nel settore IT.

Amazon negli anni 90 cresce lentamente ma in maniera costante. L’idea di un giovane ingegnere, Jeff Bezos, è quella di rivoluzionare il settore della logistica tramite un sistema di immagazzinamento e consegna innovativo che permette di ridurre moltissimo i tempi di spedizione. Inizialmente, Amazon si impone come una delle principali e più organizzate librerie online, per poi espandere il proprio commercio ad altri settori di mercato che le permetteranno di aumentare esponenzialmente i suoi ricavi.

Amazon non è solo vendita online

Amazon controlla una serie di aziende leader nel commercio online ma non solo. Tramite Amazon Web Service offre servizi tecnologici alle aziende attraverso i suoi data center. È presente nella distribuzione di cibo salutare con la controllata Whole Food e nell’editoria con Amazon books. Ai suoi clienti, tra i tanti servizi, offre servizi di cloud, una piattaforma per visualizzare film e la possibilità di spesa e consegna presso dei suoi punti di raccolta dislocati sul territorio.

In questi anni oltre che nel settore logistico, si è imposta soprattutto in altri ambiti: la robotica, l’abbigliamento, l’informatica e nel campo della ricerca. Inoltre, con il suo marchio Kindle, sta conquistando molte quote di mercato digitale; infatti è presente una forte concorrenza con nuove società che cercano di accaparrarsi quote di mercato nell’ambito di libri dematerializzati. Altre sue società controllate sono Audible, Zappos, Alexa, Amazon Robotics e Game Studio; ma questa è solo una piccola parte del vasto impero che ormai Amazon ingloba.

Le azioni Amazon continuano a salire

Il trend delle azioni Amazon è in continua crescita. Nel 1997, anno del suo ingresso in borsa, erano quotate 18 dollari ad azione. Se ne aveste acquistate qualche decina ai tempi, oggi sareste diventati ricchi sfondati. Ad oggi infatti, il valore di una azione (AMZN, NASDAQ) si attesta sui 2000 dollari, cifra che permette solo a pochi eletti di acquistare un pungo di titoli, ma che vi offre l’opportunità di comprendere meglio la crescita spropositata che hanno subito le azioni Amazon.

Sono salite vertiginosamente negli ultimi anni, pensate che nel 2015 il loro valore di aggirava sui 300 dollari ad azione e nell’ultimo anno hanno duplicato il loro valore. Questo significa che se aveste investito in azioni Amazon l’anno scorso, ne avreste comunque avuto un guadagno del 100% in soli dodici mesi!

Il fatturato di Amazon è in costante crescita

Il fatturato della società, in costante crescita, si attesta sui 177 miliardi di dollari (2017). Il suo punto di forza risiede nel fatto che Amazon riesce costantemente ad aggiornarsi e adeguarsi alle richieste del mercato, sviluppando nuovi prodotti ed acquisendo società che le permettano di avere un maggiore guadagno. In futuro, si imporrà sempre maggiormente sul mercato, ampliando la gamma dei servizi e dei prodotti proposti.

Inoltre il commercio online, continuerà ad essere preferito rispetto al negozio fisico, e la quantità di acquisti online aumenterà. Basti pensare che i millenials già comprano quasi prevalentemente online a differenza dei loro genitori. Acquistare azioni Amazon da tenere nel proprio portafoglio titoli, potrebbe quindi rivelarsi un buon investimento per il futuro, dato che si investe in una azienda solida e in espansione.

Quando acquistare azioni Amazon

Ci sono molti prodotti per speculare sulle azioni societarie Amazon, potreste acquistare dei piani di risparmio oppure un conto-titoli. Tra i due metodi, aprendo un conto-titoli, avrete la possibilità di eseguire le operazioni di vendita e acquisto in perfetta autonomia. Inoltre riceverete periodicamente dei dividendi, che si sommeranno al plusvalore da realizzare nel momento della vendita.

Anche se la crescita delle azioni Amazon negli ultimi mesi è stata di tipo esponenziale, sarebbe opportuno valutare una presa di posizione nel mercato non appena fosse possibile. In questo modo evitereste di acquistare le azioni al loro massimo prezzo e aumentereste i vostri guadagni. Al prossimo ribasso o non appena il mercato corregge, pensate alla eventualità di acquistare le azioni Amazon come investimento.

Al contrario, potrebbe essere una buona idea entrare nel mercato a seguito di una acquisizione da parte del gruppo o a seguito di un nuovo servizio o prodotto. In questo caso potreste speculare sulle fluttuazioni di prezzo e realizzare una plusvalenza, cioè un guadagno, utilizzando dei prodotti derivati come i CFD.

Il CEO di Amazon è anche il suo fondatore

Jeff Bezos, che è stato il fondatore di Amazon e la ha vista crescere e svilupparsi come parte integrante della propria vita, possiede circa 78 milioni di azioni Amazon, che equivalgono al 16% dell’azienda.

Questo gli permette di avere un enorme potere decisionale, oltre all’interesse personale e al legame speciale, quasi viscerale, che si instaura tra CEO-fondatori e la propria azienda. Il suo interesse è che la propria azienda, che rappresenta anche parte della sua vita, migliori e continui a crescere in futuro.

Amazon è il terzo titolo per capitalizzazione

Amazon occupa il terzo posto per capitalizzazione nell’indice americano S&P500, dopo Apple e Microsoft, negli ultimi anni ha mantenuto una performance positiva al pari di titoli emergenti. Inoltre i suoi concorrenti diretti sono pochi, tra le aziende che tentano di conquistarsi delle importanti porzioni di mercato si annoverano Apple, eBay, Fnac, Wal-Mart e Columbia, solo per citarne alcune.

Perché consigliamo l’acquisto di titoli Amazon

Abbiamo cercato di illustrare i numerosi vantaggi e le innovazioni di una azienda leader nel settore della logistica e che sempre maggiormente si imporrà anche in altri ambiti. Tramite le sue piattaforme e i numerosi segmenti di mercato in cui è presente, Amazon continua ad aumentare la propria capitalizzazione. Inoltre, il punto di forza di Amazon sono i suoi clienti; il suo motto è infatti “il cliente al centro”.

Che si voglia o meno investire in azioni o in piani di risparmio, nel breve o nel lungo periodo, l’investimento ci risulta essere ottimo, visti i presupposti e la stabilità del gruppo. Il miglior metodo per tenersi aggiornati rimane la consultazione di quotidiani online e di siti specializzati in titoli di Borsa, in modo che eventuali notizie sul gruppo possano esservi utili per i vostri investimenti.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *