Prestito BancoPosta: Cosa sono mini prestiti, calcolo della rata, tassi e simulazioni

Il credito anche per chi non ha conto corrente

Poter accedere a un prestito in una condizione economica in cui verte il mercato lavorativo odierno non è sempre facile. Le banche chiedono garanzie, e per chi non è in possesso di una casa o di una rendita regolare, dimostrare di avere un reddito bene definito è cosa difficile.

Inoltre non tutti i lavori permettono di avere una busta paga che è un altro degli elementi fondamentali al fine di ricevere un affido di un credito da un banca. Le garanzie sono importanti.

Un prestito, di qualunque importo o genere, prevede un esposizione in denaro da parte del creditore che dovrà essere restituito dal debitore. Questo dovrà dimostrare di poterlo fare nei tempi che gli sono stati concessi e nelle modalità sottoscritte dal contratto.

Banco Posta è venuta incontro ai suoi clienti con una serie di prodotti finanziari finalizzati a permettere l’accesso al credito anche senza la presenza di una busta paga o di determinate garanzie reali.

Stiamo parlando dei Prestiti Banco Posta e in particolare di una grossa novità collegata ai possessori di una carta prepagata Postepay Evolution: i Mini Prestiti. La carta di Poste Italiane grazie alla sue caratteristiche è tra quelle più diffuse sul territorio.

Non solo ha la funzionalità di una carta di credito, ma ad essa è collegato anche un Iban che permette quindi di utilizzare questo strumento finanziario come fosse un vero e proprio conto corrente, ricevendo quindi bonifici e versamenti.

Semplicità nel riceverla e al contempo un utilizzo a 360 gradi fanno sì da rendere le carte Postepay uno strumento veramente unico. Poste Italiane non si è limitata a questo.

Ha fatto in modo che chi fosse detentore di una Postepay Evolution avesse anche la possibilità di accedere a un piccolo finanziamento che prende il nome di Mini Prestito BancoPosta.

Ma quali sono le caratteristiche? E come è possibile accedere al prestito? Di seguito elenchiamo alcuni consigli al fine di poter richiedere il vostro Mini Prestito BancoPosta.

Mini Prestiti BancoPosta: Cosa sono

Si parla di Mini Prestiti BancoPosta dato che nel prodotto finanziario si concentrano tre diverse tipologie di importi che possono essere richiesti. Si potrà quindi effettuare un finanziamento per 1000€, 2000€ o 3000€.

L’importo varia, ma la restituzione è uguale per tutti e tre i casi, dato che la restituzione deve avvenire in 22 mesi con delle rate che vengono stabilite in base alla tipologia d’importo.

I Mini Prestiti BancoPosta, come specifica il nome danno la possibilità di accedere a un credito limitato dato che l’importo massimo è 3000€, ma senza dovere presentare busta paga o garanzie.

Non è necessario neanche essere detentore di un conto corrente presso un istituto bancario o BancoPosta. Vi sono però dei requisiti fondamentali per poter ricevere il prestito. Quello base e condizione necessaria al fine della richiesta è l’essere in possesso di una carta Postepay Evolution.

Come avere un Mini Prestito

Come sottolineato, requisito di base al fine di ricevere uno dei Mini Prestiti Banco posta, è quello di essere possessori di una carta Postepay Evolution. Tale tipologia di credito è stato creato proprio per coloro che non dispongono di un conto corrente. Poter richiedere i Mini Prestiti è cosa molto semplice.

Anche su questo aspetto Poste Italiane ha voluto rispecchiare le caratteristiche della sua carta prepagata: la semplicità e la praticità. Basta recarsi in un ufficio postale, oppure contattare il numero verde previsto sul sito.

Sarà possibile anche fissare un appuntamento con un consulente di Poste Italiane. In ogni caso al fine di poter ricevere il prestito sono necessari i seguenti documenti:

Postepay Evolution: la carta prepagata di Poste Italiane. Senza di essa non è possibile accedere ai Mini Prestiti BancoPosta. La carta deve essere ovviamente attiva;

  • età: il richiedente non solo deve essere il detentore della carta, ma avere un’età comprensiva tra i 18 e i 76 anni;
  • documento d’identità: sarà necessario presentare un documento d’identità valido che attesti la residenza, come per esempio la carta d’identità;
  • tessera sanitaria: al momento della richiesta dovrete rilasciare anche copia del codice fiscale presente sulla tessera sanitaria;
  • documento attestante il reddito: infine vi verrà chiesto un documento reddituale che attesti la possibilità di restituire il prestito.

I Mini Prestiti BancoPosta hanno la particolarità di poter essere effettuati senza la presenza di una busta paga e quindi di un contratto di lavoro determinato o indeterminato.

Anche se non si è in possesso di questo documento reddituale, vi verrà comunque richiesto di presentare altra tipologia di documentazione che attesti comunque la vostra capacità di restituire il prestito.

Anche se di importo ridotto, i Mini Prestiti BancoPosta, fanno comunque parte della categoria dei prestiti e come tale Poste Italiane si espone al fine di permettere l’accesso a un credito da parte dei propri clienti.

Per questo basta presentare un Cud per poter dimostrare la propria capacità reddituale. Saranno anche accettate altre dimostrazioni di redditi che permettano di poter coprire il pagamento delle rate mensili.

Nel caso in cui non si possa dimostrare il reddito, il prestito potrà essere rifiutato, così se per esempio sono presenti altri prestiti, o il soggetto sia iscritto negli elenchi dei cattivi pagatori.

Calcolare la rata del prestito: Tassi e interessi

Una volta verificati i documenti, il prestito sarà erogato direttamente sulla Postepay Evolution o sul conto corrente BancoPosta ove sia presente. Le rate verranno prelevate direttamente dalla carta prepagata.

Entro quattordici giorni dall’erogazione del prestito sarà possibile chiedere il diritto di recesso senza il pagamento dei relativi tassi d’interesse. In ogni momento, dopo lo scadere dei giorni per il ritiro della domanda si potrà comunque estinguere il prestito in maniera anticipata, senza nessuna tipologia di penale applicata alla richiesta di chiusura del prestito.

Le rate sono costanti e variano in base alla tipologia di importo richiesto. In ogni caso la restituzione avviene in 22 rate fisse. Per l’importo di mille euro, vi saranno 22 rate da cinquanta euro.

Per quelle da duemila, l’importo di rata è di cento euro. Per quello di tremila euro la somma è di centocinquanta euro. Il Taeg previsto per il 2018 è del 10,14%. In caso di estinzione anticipata, si calcoleranno gli interessi fino al momento della chiusura del prestito.

Alcuni esempio di Mini Prestiti: Le simulazioni

Di seguito descriviamo tre differenti simulazione in base alla tipologia di Mini Prestiti BancoPosta, elencando gli importi, le rate il totale da pagare e il costo finale:

  • 1000€: le rate sono 22 con un pagamento mensile di 50€. Il totale che verrà restituito è di 1100€, con un costo di 100€;
  • 2000€: la restituzione avviene sempre in 22 rate mensili che saranno accreditate direttamente sulla Postepay Evolution. Le rate sono da 100€, per un totale di restituzione pari a 2200€. Il totale che viene restituito a chiusura è di 200€;
  • 3000€: per il Mini Prestito d’importo massimo, le rate sono sempre 22 da 150€. L’importo complessivo che verrà restituito è pari a 3300€ con un costo del prestito che si aggira sui 300€.

Mini Prestiti Banco Posta: Le anticipazioni del 2019

I Mini Prestiti BancoPosta sono uno strumento veramente utile per chi ha bisogno di un credito di piccolo importo in maniera rapida. Per il 2019, data la tipologia vantaggiosa di prodotto Poste Italiane ha lasciato invariato sia il Tan che non è presente che il Taeg pari al 10,14%.