CheBanca Conto Corrente a Zero Spese: Caratteristiche, Tassi e Costi 2019

CheBanca, appartenente al Gruppo Mediobanca, è nata nel 2008 con l’obiettivo di lanciare sul mercato prodotti finanziari innovativi. Per questo affianca ai canali ed ai servizi tradizionali quelli moderni e digitali, ormai sempre più richiesti ed utilizzati dalla clientela.

Il Conto Corrente Zero Spese di CheBanca è stato pensato proprio come uno strumento dinamico che faccia fronte alle attuali esigenze dei consumatori. Si tratta di un conto corrente online, perciò adatto soprattutto per una clientela giovane o comunque avvezza ad operare tramite web. In ogni caso va detto che, recandosi in una delle tante filiali CheBanca sparse capillarmente sull’intero territorio nazionale, pure se non è quella in cui è stato aperto il conto, è sempre possibile farsi assistere da un consulente.

Con l’opzione “Assistenza in Filiale”, attivabile sia al momento della sottoscrizione che successivamente, si può prevedere per l’appunto di compiere alcune operazioni allo sportello ad un costo forfettario; fermo restando che, seppure non attivata siffatta opzione, l’assitenza di un consulente è sempre ottenibile.

Caratteristiche principali del Conto Corrente Zero Spese di CheBanca

Questo conto corrente, a fronte dei bassi costi, presenta una struttura molto semplice e snella; è tuttavia adatto per ogni tipo di operazione effettuabile con un conto tradizionale. Possibile infatti eseguire bonifici, giroconti, domiciliare le utenze, accreditare lo stipendio oppure la pensione, pagare MAV, RAV, RI.BA. o F24, fare ricariche telefoniche.

Ogni strumento collegabile alla rete internet è adatto per operare sul conto, in tutta libertà in qualsiasi posto, dal computer allo smartphone al tablet. Con l’apposita App, installabile gratuitamente, è consentito l’accesso con l’inserimento di un codice segreto oppure col sistema TouchID che riconosce l’impronta digitale.

Tramite App si possono controllare i movimenti, gestire le carte, effettuare operazioni in maniera rapida evidenziando nella schermata quelle più ricorrenti o procedendo ad alcuni pagamenti semplicemente fotografando il codice a barre sui bollettini premarcati. Al conto è abbinabile una carta di debito e contactless, attiva sul circuito internazionale Maestro, della durata di cinque anni dall’emissione, rinnovabile alla scadenza.

Possono essere richieste più carte in caso di più intestatari del conto corrente. La carta è utile per gli acquisti presso gli esercizi commerciali convenzionati, per le spese online, per il prelievo di denaro agli sportelli ATM sia delle filiali CheBanca che di altri istituti, per il versamento di contanti o assegni. Abbinabile al conto anche una carta di credito collegata al circuito Mastercard, con un plafond da mille a ventimila euro al mese.

Costi e tassi del Conto Corrente Zero Spese

Il Conto Corrente Zero Spese di CheBanca può essere aperto senza applicazione di costi di sottoscrizione. Non è previsto un canone mensile, nè vengono fatte sostenere dall’istituto spese annue per il conteggio di interessi e competenze. L’estratto conto viene pagato 0,80 euro solo se richiesto l’invio cartaceo a mezzo posta.
Sia online che telefonicamente è possibile compiere gratuitamente un numero illimitato di operazioni, e gratuiti sono pure i prelievi con carta di debito in tutto il mondo. Gratuita la domiciliazione delle utenze.

Per l’assistenza eventualmente richiesta allo sportello il costo è di 3 euro per ogni operazione; si può comunque sottoscrivere l’opzione “Assistenza in Filiale” al costo complessivo di 2 euro al mese, in questo caso senza limiti di operatività presso le sedi CheBanca.

Il servizio di SMS alert, che avverte del compimento di operazioni sul conto tramite messaggio inviato direttamente sul cellulare del titolare, è attivabile gratuitamente.

Non sono previste spese di emissione della carta di debito, nè canoni riguardo alla stessa. Il canone annuale della carta di credito è di 24 euro, che si azzera, però, se la carta viene utilizzata per un importo minimo di cinquemila euro.

L’imposta di bollo annuale, obbligatoria per legge, per i conti correnti intestati alle persone fisiche è di 34,20 euro, ma non si paga in caso di giacenze medie superiori ad euro cinquemila.
Per quanto riguarda i tassi di interesse, vista la struttura molto semplificata di questo prodotto, ed i costi fortemente ridotti, le somme presenti sul Conto Corrente Zero Spese non risultano remunerative: il tasso creditore è pari a 0%.

Come aprire Conto Corrente Zero Spese di CheBanca

Il Conto Corrente Zero Spese può essere attivato online, collegandosi via internet al sito web di CheBanca e compilando l’apposita richiesta dopo aver cliccato sul pulsante APRI CONTO.

Il form potrà essere compilato anche a più riprese, poiché i dati inseriti vengono salvati, e la volta successiva non sarà necessario ripartire da zero bensì dal punto esatto in cui era stata interrotta la redazione. I documenti di identità richiesti al momento dell’apertura potranno essere inviati telematicamente in formato digitale, oppure fotografati tramite webcam o smartphone.

Il contratto viene sottoscritto con firma elettronica avanzata, mediante una password usa e getta inviata in tempo reale sul cellulare del richiedente.
Non occorre stampare ed inviare nulla, a meno che non si desideri utilizzare la modalità cartacea spedendo per posta a CheBanca il contratto scaricato e debitamente compilato al quale allegare le fotocopie dei documenti di riconoscimento.

In alternativa alla modalità telematica, o a quella cartacea, è possibile aprire il conto recandosi direttamente in una filiale. All’apertura del Conto Corrente Zero Spese si può richiedere il trasferimento di tutti i servizi attivi sul proprio conto corrente già esistente presso altra banca. In questo caso, entro dodici giorni, CheBanca provvederà autonomamente e senza costi aggiuntivi a trasferire sul nuovo conto tutte le operazioni ricorrenti di addebito e accredito previste per il vecchio conto.

In qualsiasi momento, senza penali, si può recedere dal Conto Corrente Zero Spese, con comunicazione da consegnare presso la filiale o da inviare alla banca tramite raccomandata con avviso di ricevimento. I tempi massimi di chiusura del conto, in caso di recesso del cliente, sono di 45 giorni.

Conto Corrente Zero Spese CheBanca: anticipazioni 2019

Già in passato CheBanca prevedeva dei costi di tenuta conto molto bassi; con la nuova versione online Conto Corrente Zero Spese li ha azzerati quasi del tutto.

Ciò, all’evidenza, indica la volontà di farsi spazio sul mercato, il che può rendere interessante verificare le condizioni di prodotti e servizi che questa banca offrirà nell’ormai prossimo 2019.

Analizzando l’Indicatore Sintetico di Costo (ISC), già oggi quello del Conto Corrente Zero Spese di CheBanca risulta contenuto: per un profilo di utente a bassa operatività, senza l’opzione “Assistenza in Filiale”, è di 66 euro all’anno in caso di operazioni in filiale, di zero euro invece per operatività esclusivamente online; con l’opzione “Assistenza in Filiale” l’ISC oscilla fra 24 e 48,53 euro, anche per profili ad operatività più elevata, sia in filiale che online.

Si consiglia sempre, comunque, di fare riferimento al foglio informativo del prodotto per le clausole aggiornate, scaricabile anche al seguente link: https://www.chebanca.it/wps/wcm/connect/istituzionale/footer/trasparenza/fogli+informativi.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISAE – il Team

L’attività SEO su Isae.it è gestita dalla Fattoretto srl.

Per contattare il team di Isae.it e richiedere informazioni basta andare nella pagina contatti, che potrai trovare cliccando qui.

Disclaimer

Tutte le informazioni presenti nel sito isae.it sono da intendere a puro scopo informativo e NON rappresentano in alcun modo consigli o indicazioni finanziarie. Gli Autori ed i titolari di isae.it non possono garantire il successo delle strategie suggerite e non si assumono la responsabilità per le scelte e gli investimenti fatti dai lettori.

ISAE- Istituto Studio Analisi Economica

L’ISAE prosegue le inchieste congiunturali sui consumatori e sulle imprese già svolte dall’ISCO, garantendone la continuità scientifica, per quel che riguarda le serie storiche dal 1982. Le indagini sono svolte nell’ambito di uno schema armonizzato in sede europea, che ne consente la comparazione con quelle realizzate da altri analoghi Istituti comunitari (come l’Institut National de la Statistique et des Etudes Economiques – INSEE in Francia e l’Institut fűr Wirtschaftsforschung – IFO in Germania).

Copyright 2018 Isae.it di Fattoretto srl – P.iva 04245770278

L’attività SEO su Isae.it è gestita da www.massimofattoretto.com.