Mutuo Ipotecario: Vitalizio, per Liquidità o Prima Casa nel 2019

In tempi di crisi, riuscire a fare fronte all’acquisto di una casa non è affatto cosa semplice. Per tale ragione, sono sempre di più coloro che vanno alla ricerca di un mutuo grazie al quale avverare questo sogno in maniera facile e rapida.

Com’è noto, le alternative sul mercato in fatto di mutui non sono poche e, dunque, non resta altro da fare che capire quale è la soluzione che meglio si addice alle proprie esigenze e, soprattutto, alla propria condizione reddituale.

Quello dell’acquisto della prima casa è un problema, dunque, che affligge moltissimi e che trova non pochi ostacoli sul suo cammino. Medesimo discorso vale anche per chi ha intenzione di acquistare una seconda casa per necessità o molto semplicemente per fare un investimento.

A prescindere dalle motivazioni che spingono gli interessati ad acquistare un immobile, quella del mutuo rimane l’unica soluzione capace di andare incontro a tutti e, soprattutto, di risolvere il problema della liquidità Sarà, infatti, proprio la banca a pagare in solido l’immobile per poi vedersi rimborsata la somma investita a piccole e comode rate.

Ma vediamo di scendere più nel dettaglio e di fare il punto della situazione sia in merito ai prodotti che offrono attualmente gli istituti bancari che alle relative condizioni contrattuali.

Mutuo immobiliare: ecco come fare per acquistare casa

Come anticipato poco sopra, tutte le banche mettono a disposizione dei propri clienti varie alternative grazie alle quali avere la possibilità di accedere ad un muto per acquistare casa.

A tale riguardo, è utile precisare che la prima e più importante cosa da fare è quella di richiedere una consulenza presso la propria filiale di fiducia, in modo tale da avere una panoramica chiara sia in merito al reale importo che si ha la possibilità di chiedere che, molto più in generale, all’esito della richiesta stessa.

Ovviamente, dopo aver fatto questo passaggio non si è affatto vincolati a sottoscrivere un mutuo presso la banca in questione. Al contrario, si potrà decidere di interpellare anche altri istituti di credito al fine di comparare le proposte e scegliere quella effettivamente più vantaggiosa per la propria situazione.

In merito al mutuo, è bene tenere conto del fatto che le tipologie tra cui scegliere sono tre: a tasso fisso, a tasso variabile, misto e con cap. Com’è noto, quelli più richiesti dai clienti e, quindi, più conosciuti sono i mutui a tasso fisso e quelli a tasso variabile. Quelli a tasso fisso sono i più sicuri.

Grazie a questa formula, infatti, al momento della sottoscrizione del contratto si ha la possibilità di conoscere il reale importo che si andrà a pagare fino al termine dello stesso. Inizialmente, se paragonate con quelle di un mutuo a tasso variabile, le rate possono sembrare più alte ma a fare da contrappeso c’è il fatto che il rischio sotto il profilo finanziario è pressoché azzerato e che, quindi, si ha la possibilità di stare tranquilli.

Il tasso variabile, al contrario, è molto più rischioso poiché risponde alle fluttuazioni del mercato. Pur essendo nell’immediato più bassa la rata, dunque, non sono affatto da escludere innalzamenti repentini nel corso del tempo. Quella dei tassi è una questione che affligge moltissimo chi vuole sottoscrivere un mutuo bancario.

In linea di massima, chi ha necessità di fare un mutuo a trent’anni è solito scegliere il tasso fisso. Discorso diverso, invece, vale per chi decide di optare per un mutuo a venti o trent’anni. In questo secondo caso, i richiedenti sono più inclini ad accollarsi il rischio di vedere la rata aumentare, a patto di spendere meno nella fase iniziale.

Tutto, dunque, varia da caso a caso e, soprattutto, dipende dalla propensione al rischio del richiedente. La cosa migliore da fare, comunque, è quella di rivolgersi ad un esperto del settore in grado di fornire tutti i dettaglia sia dell’una che dell’altra alternativa e, soprattutto, di consigliare gli interessati in merito al da farsi.

Ciò alla luce del fatto che non è possibile nella maggior parte dei casi cambiare la formula in corso d’opera e che, quindi, ogni decisione deve essere presa nella piena e totale consapevolezza dei rischi a cui si può andare incontro scegliendo di intraprendere un percorso piuttosto che l’altro.

Dopo aver fatto questa breve ma necessaria panoramica generale in merito al mondo dei mutui nel loro complesso, non resta altro che scoprire quali sono i prodotti attualmente presenti sul mercato che chi ha intenzione di acquistare casa non dovrebbe lasciarsi sfuggire.

Offerte e mutui più vantaggiosi

Una tra le migliori proposte che al momento sono a disposizione di chi ha intenzione di sottoscrivere un mutuo per acquistare una casa è quella di Unicredit.

Per quanto riguarda il tasso, si tratta di un mutuo a tasso fisso il cui TAN è del 1,70% e il cui TAEG è dell’1,50%. Per quanto riguarda, invece, i costi, chi deciderà di optare per questa soluzione dovrà sostenere delle spese di istruttoria pari a 500 euro e le spese per la perizia per un totale di 211 euro.

Tra i vantaggi che riguardano questo prodotto c’è il fatto che le spese periodiche sono del tutto azzerate. Altro mutuo da non sottovalutare è, poi, quello di Widiba. In questo caso, ci troviamo di fronte ad un prodotto totalmente diverso che, pur avendo TAN e TAEG leggermente più alti è comunque competitivo perché azzera i costi per l’istruttoria e quelli per la perizia.

Altrettanto interessante è il prodotto messo a disposizione da IGW Bank. Pur avendo a che fare con un mutuo a tasso variabile, i richiedenti avranno la possibilità di beneficiare di un TAN allo 0,70% e di un TAEG allo 0,68%. Per quanto riguarda, poi, la perizia, il costo è totalmente azzerato.

Discorso diverso, invece, deve essere effettuato per i costi relativi all’istruttoria che ammontano, invece, a 600 euro. Interessante, in questo caso specifico, è che lo spread è decrescente.

Ovviamente, tutti coloro che hanno intenzione di scegliere uno di questi prodotti o ne vogliono conoscere altri non devono fare altro che recarsi sul sito web dell’istituto di credito di riferimento o, in alternativa, presso una filiale fisica.

Così facendo, avranno sia la possibilità di ricevere informazioni generiche che quella di capire con precisione se e come procedere con la richiesta del mutuo.

In ogni filiale, infatti, sono presenti addetti altamente professionalizzati in grado di valutare caso per caso e di fornire informazioni utili in tempo reale.

A questo punto, tutti coloro che sono in procinto di acquistare una casa ma che non hanno il denaro necessario per effettuare l’investimento in totale autonomia non devono fare altro che valutare la propria situazione nello specifico e decidere quale è la soluzione che fa al caso loro.

Un aspetto da non sottovalutare riguarda, infine, la possibilità di dover fare ricorso ad un garante per agevolare l’accettazione della richiesta. Le banche, prima di procedere con l’accettazione, non fanno altro che verificare la situazione reddituale del richiedente o dei richiedenti.

Ciò molto semplicemente per capire se, in caso di concessione del credito, si avrà o meno la possibilità di rientrare della somma prestata. Nel caso in cui la propria capacità reddituale non dovesse bastare a convincere la banca, non si dovrà fare altro che andare alla ricerca di garanzie attraverso le quali avere la possibilità di dimostrare di essere in grado di restituire la somma in questione.

In estrema sintesi, prima di decidere quale è il prodotto che fa al caso della specifica situazione, non si dovrà fare altro che indagare in merito alla propria situazione e, solo dopo, procedere con l’inoltro formale della richiesta.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *