Cessione del Quinto Compass: le Migliori Offerte 2019

Alla ricerca delle migliori offerte non si può non notare la cessione del Quinto Compass. In rete diverse sono le soluzioni proposte, ma questa risulta molto conveniente dal punto di vista del richiedete. I vantaggi sono numerosi, soprattutto dal punto di vista dei documenti da presentare.

Cessione del Quinto Compass: chi può richiederlo

È un prestito di supporto esclusivamente a lavoratori dipendenti e pensionati. Spesso queste due categorie sociali sono soggette a periodi in cui la liquidità scarseggia, pur avendo un adeguata entrata.

È questo il motivo per cui è stato predisposto questo istituto di credito. Offrire la somma necessaria in cambio della cessione di un quinto dello stipendio o della pensione maturata mensilmente.

Le garanzie

Contrariamente alle altre forme di prestito, questa non richiede garanzie per la concessione. L’unica fonte di rivalsa è lo stipendio e la pensione. Non è necessario fornire la situazione patrimoniale, è sufficiente fornire il proprio cedolino sia da lavoro dipendente che pensionistico e il CUD scaricabile dalla propria area personale dal sito INPS.

Possono accedere anche coloro che hanno sono stati scartati da altri istituti di credito o risultano essere iscritti nell’albo dei debitori inadempienti.

La cessione del Quinto Compass prevede un tasso della rata molto basso, in modo da rendere molto leggero ogni mese il pagamento della stessa. Le somme son immediatamente disponibili e non è necessario effettuare alcun altra richiesta all’istituto di credito. Le quote saranno pagate in maniera automatica, liberando il richiedenti da periodici versamenti.

Il vantaggio dell’offerta Compass rispetto alle altre risiede essenzialmente nel fatto che sono previste zero spese di istruttoria, gli unici oneri da pagare sono quelli relativi agli interessi maturati sulle somme dilazionate nel tempo. Inoltre è previsto l’estinzione anticipata gratuita del debito.

Sono sufficienti circa dieci giorni per avere la somma desiderata direttamente nel proprio conto corrente. L’ammontare concesso dipende dal valore del cedolino, la cessione del quinto non può protrassi oltre i centoventi mesi.

Le migliori offerte per la cessione del quinto compass

Molto conveniente è richiedere un prestito personale nel caso dei pensionati che hanno svolto lavoro dipendente. La compagnia finanziaria Compass fa parte di quegli istituti riconosciuti dall’ente previdenziale INPS, questo vuol dire che rapporti sono estremamente facilitati, al punto da ridurre i tempi necessari per avere la concessione del prestito.

Altro vantaggio è il limite di età se per gli altri istituti il limite di età per chiedere un prestito è settantacinque anni per la cessione del quinto compass, il limite viene spostato ad ottantacinque anni.

Tra i vantaggi offerti da questo istituto c’è anche la chiarezza con la quale viene descritta l’offerta contrattuale. Compass accetta richieste di prestito anche quando sono presenti ulteriori richieste di prestito. Pur limitando l’ammontare viene sempre concesso il prestito richiesto.

Gli importi disponibili

Con Compass l’importo massimo erogabile è intorno ai settantacinque mila euro, sempre considerando l’ammontare del cedolino maturato ogni mese. Secondo le opinioni di chi si è affidato a Compass, la somma viene erogata nel più breve tempo possibile, anche se devono essere fatte delle considerazioni, più è elevato l’importo richiesto più tempo sarà necessario per ricevere la somma richiesta.

A garanzia dei pensionati viene verificata continuamente il livello della pensione minima, che non deve mai scendere sotto la soglia minima, che non deve mai scendere sotto i 500 euro.

Cessione del Quinto Compass per i dipendenti

I lavoratori dipendenti possono richiedere un prestito a Compas, cedendo il quinto del proprio stipendio. L’operazione avviene in maniera trasparente, ma considerando che è effettuato dal datore di lavoro, il richiedente si accorgerà unicamente del ridotto incasso monetario. I vantaggi sono notevoli, la rata è fissa ed è possibile richiedere importi che vanno dai cinque ai settantacinque mila euro.

Viene richiesto per ristrutturare casa, per acquistare un’auto o semplicemente per rinnovare l’arredamento della propria casa.

Per Compass non fa differenza che chi richiede il prestito lavori in un’azienda privata o pubblica, l’importante è avere un cedolino e la documentazione per avviare la pratica. Naturalmente gli enti pubblici offrono maggiori garanzie, poiché sono strutture lavorative nelle quali difficilmente il richiedente possa essere licenziato, né tanto meno possono interrompere la loro attività.

Questo è il motivo per cui i dipendenti pubblici ricevano il prestito più velocemente rispetto a chi lavora nel privato. La differenza è fatta dallo Stato, che garantisce l’operato dell’azienda nel primo caso.

Come ricevere il prestito

Ricevere un prestito con Compass è molto semplice, ma è necessario considerare che prima dell’erogazione saranno fatti alcuni controlli, sia sul richiedente, che sul datore di lavoro che sull’azienda.

In particolare saranno verificate la solidità, la capacità produttiva e di creare reddito, nonché la sua salute rispetto al mercato di riferimento. Tra i vantaggi offerti da questo istituto c’è anche la chiarezza con la quale viene descritta l’offerta contrattuale. Compass accetta richieste di prestito anche quando sono presenti ulteriori richieste di prestito. Pur limitando l’ammontare viene sempre concesso il prestito richiesto.

I requisiti richiesti

I requisiti richiesti per accedere al finanziamento non sono molti, ma è importante averli per poter iniziare l’istruttoria. Innanzitutto è richiesto che chi richiede di instaurare un rapporto di credito abbia un lavoro a tempo indeterminato. Il richiedente deve essere maggiorenne e avere un’età inferiore ai 62 anni. 

È obbligatoria la residenza italiana. I vantaggi sono notevoli, la rata è fissa ed è possibile richiedere importi che vanno dai cinque ai settantacinque mila euro. Viene richiesto per ristrutturare casa, per acquistare un’auto o semplicemente per rinnovare l’arredamento della propria casa o semplicemente fare un viaggio turistico in giro per il mondo. La motivazione per cui si richiede un prestito personale non è richiesta.

Fare la differenza: Cessione del Quinto Compass 2019

Un vantaggio molto apprezzato dai clienti Compass è l’offerta chiamata delegazione di pagamento, un gioco di parole che permette a chi ha necessita di maggiore liquidità di avere un ulteriore prestito. Questa opzione viene attivata in una seconda fase, successiva alla prima, cioè alla richiesta di prestito.

Pur avendo una nomenclatura diversa è per molti aspetti uguale alla richiesta di prestito. In pratica con la delegazione di pagamento è possibile cedere un altro quindo del proprio stipendio o pensione. Quindi ogni mese verranno versate due quote.

Con questa soluzione si può richiedere un importo più alto o, in alternativa, ridurre il tempo necessario per estinguere il finanziamento ottenuto.

La cessione del Quinto Compass prevede un tasso della rata molto basso, in modo da rendere molto leggero ogni mese il pagamento della stessa. Le somme son immediatamente disponibili e non è necessario effettuare alcun altra richiesta all’istituto di credito. Le quote saranno pagate in maniera automatica, liberando il richiedenti da periodici versamenti.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *