Mutuo Immobiliare: le migliori offerte per l’Acquisto delle Casa

Definizione Mutuo Immobiliare

Il mutuo, o base a ciò che definisce l’articolo 1813 del Codice Civile, rappresenta una tipologia di contratto nella quale un soggetto, denominato mutuante, consegna ad un altro soggetto, che viene chiamato mutuatario, una determinata somma in denaro in credito. Il secondo, ossia chi riceve il denaro, si impegna mediate il contratto stesso a restituire al mutuante la somma dovuta entro una scadenza pattuita tra entrambi i soggetti. Tra le tipologie di mutuo alle quali più spesso si fa ricordo vi è senza ombra di dubbio alcuna il cosiddetto mutuo immobiliare, il cui scopo è quello di finanziare l’acquisto o la ristrutturazione di un immobile, indipendentemente dal fatto che questo costituisca prima o seconda casa.

Come scegliere il mutuo più adatto?

Nel caso in cui si intenda versare un tasso di interesse che risulti essere invariato e costante nel tempo, allora cosa buona e giusta è optare per un mutuo caratterizzato da tasso fisso.

Al contrario, chi ha intenzione di seguire l’andamento dei mutui nel mercato, magari provando a scovare dei mutui estremamente convenienti sotto questo punto di vista, allora deve andare alla ricerca delle migliori offerte concernenti il mutuo a tasso variabile.

Tuttavia, se è vero che il risparmio economico sarà a lungo andare più corposo, è altrettanto vero che un mutuo a tasso variabile è maggiormente soggetto a oscillazioni, totalmente dipendenti dall’andamento dei mercati.

Al fine di sfruttare i vantaggi derivanti da entrambi i tipi di mutuo, è infine possibile scegliere una nuova tipologia di mutuo, a sua volta denominata mutuo a tasso variabile con cap. Si tratta da un mutuo attraverso il quale si fissa una soglia massima nell’ipotesi in cui i tassi subiscano un andamento verso l’alto.

Le finalità

Come in precedenza accennato, vasta e variegata è la serie di finalità a causa della quali è possibile intraprendere un mutuo.

Tutte queste possono essere differenziate in base alla destinazione di quest’ultimo. Diventa pertanto opportuno cercare di calcolare l’importo per il proprio mutuo tenendo bene a mente la finalità che meglio si sposa con le esigenze proprie.

Vi è anzitutto il mutuo destinato alla prima casa, adatto a realizzare nell’immediato il progetto che si ha in mente. Senza poi dimenticare il mutuo per l’acquisto della seconda casa, soluzione ideale per chi voglia compiere un investimento di tipo immobiliare.

Vi è poi il mutuo concernente la ristrutturazione, utile alla manutenzione ordinaria o straordinaria dell’immobile da sistemare. In aggiunta, vi è inoltre i mutuo riguardante il completamento della costruzione, grazie al quale i lavori potranno finalmente trovare la parola fine.

In ultimo, non in ordine di importanza tuttavia, esiste il mutuo liquidità, alternativa valida al consueto fido bancario.

Guida alla scelta

In un momento come questo che stiamo vivendo, gli istituti bancari stano immettendo sul mercato numerose e differenti offerte, una risposta ad ogni tipologia di esigenza da parte del cliente.

Se poi, a tutto questo, vengono aggiunti tassi che non sono mai stati così bassi come adesso, allora è possibile affermare che intraprendere un mutuo è molto più conveniente di qualche anno fa.

Ma in che modo fare la scelta migliore?Cosa bisogna prendere in considerazione per effettuare comparazioni tra offerte differenti? Il consiglio più importante riguarda l’istituto bancario da scegliere, il quale non deve essere necessariamente quello dove si possiede il conto corrente.

Se un’altra banca propone un mutuo maggiormente conveniente, allora è giusto rivolgersi a questa.

Un errore, soprattutto tra i risparmiatori italiani, è quello di credere che, stipulando un rapporto di fiducia con l’istituto bancario che custodisce il proprio conto corrente, tale banca inevitabilmente offrirà il miglior mutuo possibile. Tutto questo, oltre che essere non vero, impedisce ai risparmiatori di comparare offerte e di cercare quella che meglio fa al caso loro.

Mutui immobiliari: anticipazioni 2019

Tra le offerte menzionabili, la prima impossibile da trascurare è il Mutuo Domus firmato Intesa Sanpaolo. Codesto mutuo offre in primis l’opportunità al cliente di scegliere liberamente tra il tasso fisso ed il tasso variabile, o magari combinare entrambe le soluzioni.

A conferma dell’estrema flessibilità di questo mutuo, differenti sono le caratteristiche che ne disegnano i connotati. Ad iniziare dalle agevolazioni per i giovani, con forti sgravi per chi vuole intraprendere il mutuo ed ha meno di 35 anni.

La durata flessibile nel tempo, unita ad una sospensione nel pagamento che può essere richiesta fino ad un massimo di ben tre volte, consentirà al cliente di poter scegliere la rata che più si adatta alle proprie esigenze.

Se poi si vuol procedere alla costruzione della propria casa, allora il Mutuo Domus di Intesa Sanpaolo potrà finanziare il costo dei lavori, con una somma che verrà erogata tenendo conto dello stato di avanzamento di questi.

La durata del mutuo può raggiungere i 30 anni, o addirittura i 40 se si ha meno di 35 anni. In aggiunta, le quietanze di pagamento e tutti gli altri documenti verranno messi a disposizione del cliente all’interno della pagina personale del sito internet dell’istituto di credito.

In caso poi di eventi che possano pregiudicare in maniera grave la continuazione del pagamento, Intesa Sanpaolo tutelerà la casa con l’aiuto dello strumento Intesa Sapaolo Assicura.

Per i progetti di ristrutturazione o di riqualificazione energetica, tra le offerte migliori vi è quella messa a disposizione da un altro istituto di credito, Unicredit.

Il Mutuo Plafond Casa è rivolto a tutte quelle coppie giovani, le famiglie numerose o i nuclei familiari nei quali è presenti una persona disabile, che vorranno finalmente dare forma al sogno di avere una propria casa. Se si vuol comprare casa, grazie a questo mutuo si potranno richiedere fino a 250.000 euro.

Un importo, quello richiesto, che se accompagnato ad un intervento di efficientamento energetico potrà coprire fino all’80% del valore dell’immobile che viene offerto in garanzia. Se invece si opta per ristrutturare casa e riqualificarla anche energeticamente, si potranno richiedere fino ad un massimo di 100.000 euro, entro un valore del 50% del valore attuale dell’immobile in questione o comunque non superiore all’80% di quello che è l’importo dei lavori da mettere in atto.

La durata minima, nella fattispecie adesso descritta, varia dai 7 fino ad un massimo di 10 anni. Se, infine, se si desidera comprare casa ed effettuare su questa interventi di ristrutturazione, Mutuo Plafond Casa di Unicredit attribuirà un importo fino ad un massimo di 350.000 euro, con copertura dell’80%del valore dell’immobile offerto in garanzia.

Altro mutuo annoverabile in questa lista è quello messo a disposizione da Unipol Banca, denominato Mutuo Già Casa. Quest’ultimo offre a sua volta varianti diverse di mutui, pronti a fornire risposta a qualsiasi necessità, di oggi o di domani.

Tra le alternative vi sono:

  1. quello a tasso variabile o a tasso variabile BCE, fedeli all’andamento del mercato;
  2. tasso misto 5X5, il mutuo perfetto per poter seguire le variazioni del mercato senza prendere una decisione definitiva;
  3. Rata Costante, adatto a chi vuol passare dall’affitto alla proprietà vera e propria, pianificando in questo modo la propria spesa mensile;
  4. tasso fisso. In questo modo si sceglie una rata che non varia per l’intera durata temporale del mutuo.