Trading con i Derivati: Come fare e cosa sono?

Il mercato dei derivati come le sue controparti all’estero, sta acquisendo sempre più importanza. Da quando i derivati ​​del tempo sono stati introdotti nel 2000, la loro popolarità è cresciuta molteplice.

In relazione alla capacità e l’autorizzazione di una società italiana a stipulare accordi quadro ISDA o GMRA, un avvocato deve controllare e controllare le copie dei registri accessibili e pubblici della società, la Dichiarazione di registrazione, lo Statuto della società, il regolamento della Società in relazione al negoziazione prospettica di qualsivoglia accordo di compensazione generale.

Borse europee

L’IDEM è tra le principali borse europee di derivati, scambiando giornalmente circa 150.000 contratti, corrispondenti a 3,5 miliardi di euro di valore negoziato. Si basa su uno dei mercati azionari più liquidi in Europa, con una capitalizzazione di mercato di 350 miliardi di euro e una velocità di rotazione del 200%.

IDEM è un mercato ibrido in cui i membri possono inserire ordini e presentare richieste di offerta, mentre i market maker svolgono un ruolo rilevante nel miglioramento della liquidità del mercato e dell’efficienza del processo di scoperta dei prezzi attraverso la loro intensa attività di quotazione. Più di 20 aziende market making che presentano offerte su base continua o rispondono a richieste di preventivi sono attive sul mercato IDEM.

Cosa sono i derivati

I derivati ​​sono contratti finanziari che traggono il loro valore da un’attività sottostante. Questi potrebbero essere titoli, indici, materie prime, valute, tassi di cambio o il tasso di interesse. Questi strumenti finanziari ti aiutano a realizzare profitti scommettendo sul valore futuro del bene sottostante. Quindi, il loro valore è derivato da quello dell’asset sottostante. Questo è il motivo per cui sono chiamati “Derivati”.

Il valore delle attività

Il valore di un titolo può aumentare o diminuire, il tasso di cambio di una coppia di valute può cambiare, gli indici possono fluttuare, i prezzi delle materie prime possono aumentare o diminuire.

Questi cambiamenti possono aiutare un investitore a realizzare profitti. Possono anche causare perdite. Questo è dove i derivati ​​vengono a portata di mano. Potrebbe aiutarti a realizzare profitti aggiuntivi indovinando correttamente il prezzo futuro, oppure potrebbe fungere da rete di sicurezza dalle perdite nel mercato a pronti, in cui le attività sottostanti sono negoziate.

L’uso dei derivati

Nei mercati nazionali i futures e le opzioni sono contratti standardizzati, che possono essere liberamente negoziati in borsa. Questi potrebbero essere impiegati per soddisfare una varietà di esigenze. Il mercato dei derivati ​​consente di condurre transazioni senza vendere effettivamente le tue azioni, anche chiamate liquidazione fisica.

Arbitraggio

Quando si compra in un mercato basso e si vende alto nell’altro mercato, si parla di trading di arbitraggio. In poche parole, stai approfittando delle differenze nei prezzi nei due mercati.

Il mercato dei derivati ​​offre prodotti che consentono di proteggersi da un calo del prezzo delle azioni che possiedi. Offre inoltre prodotti che ti proteggono da un aumento del prezzo delle azioni che prevedi di acquistare. Questo è chiamato hedging.

Trasferimento del rischio

Di gran lunga, l’uso più importante di questi derivati ​​è il trasferimento del rischio di mercato da parte degli investitori avversi al rischio a coloro che hanno una propensione al rischio.

Gli investitori avversi al rischio utilizzano i derivati ​​per migliorare la sicurezza, mentre gli investitori amanti del rischio come gli speculatori conducono operazioni contrarie rischiose per migliorare i profitti.

In questo modo, il rischio viene trasferito. Ci sono una vasta gamma di prodotti disponibili e strategie che possono essere costruite, che ti permettono di trasmettere il tuo rischio.

I partecipanti ai mercati

Sulla base delle loro motivazioni commerciali, i partecipanti ai mercati dei derivati ​​possono essere suddivisi in quattro categorie: hedgers, speculatori, marginatori e arbitraggisti.

Gli hedger

I trader, che desiderano proteggersi dal rischio legato ai movimenti di prezzo, partecipano al mercato dei derivati. Si chiamano hedger. Questo perché cercano di coprire il prezzo delle loro attività intraprendendo un commercio esattamente opposto nel mercato dei derivati. Quindi, trasmettono questo rischio a coloro che sono disposti a sopportarlo.

Sono così desiderosi di liberarsi dell’incertezza associata ai movimenti dei prezzi che potrebbero persino essere pronti a farlo ad un costo predeterminato. Pagando un piccolo prezzo, è possibile acquistare un contratto derivato chiamato “opzione” che incorpora tutti i requisiti di cui sopra. In questo modo, si riducono le perdite e si beneficiano, indipendentemente dal fatto che il prezzo delle azioni diminuisca o meno.

Gli speculatori, a differenza degli hedger, cercano opportunità per correre dei rischi nella speranza di ottenere dei profitti. Nel mercato dei derivati, ci sarà uno speculatore che si aspetta che il mercato aumenti.

Di conseguenza, stipulerà un accordo con te affermando che comprerà azioni da te a Rs. 100 se il prezzo scende al di sotto di tale importo. In cambio di dare sollievo da questo rischio, vuole essere pagato un piccolo compenso. In questo modo, guadagna il risarcimento anche se il prezzo non cala e desideri continuare a tenere il tuo magazzino.

Opportunità offerte

Questo è solo un esempio di come uno speculatore potrebbe ottenere da un prodotto derivato. Per ogni opportunità che il mercato dei derivati ​​offre un hedger avverso al rischio, offre una contro opportunità a un trader con una sana propensione al rischio.

Tipi di speculatori

Nei mercati nazionali ci sono due tipi di speculator: i commercianti di giorno e gli operatori di posizione. Un day trader cerca di approfittare delle fluttuazioni dei prezzi intra-day. Tutti i loro traffici sono regolati da intraprendere un commercio opposto entro la fine della giornata. Non hanno alcuna esposizione overnight ai mercati.

I trader di posizione

D’altra parte, i trader di posizione si affidano in gran parte a notizie, suggerimenti e analisi tecniche – la scienza della previsione di tendenze e prezzi, e prendono una visione più lunga, diciamo alcune settimane o un mese per realizzare profitti migliori. Prendono e trasportano la posizione per una notte o un lungo periodo.

Commercianti di margine

Molti speculatori commerciano utilizzando il meccanismo di pagamento unico per i mercati dei derivati. Questo è chiamato trading di margine. Quando commerci in prodotti derivati, non sei tenuto a pagare il valore totale della tua posizione in anticipo. . Invece, ti viene richiesto solo di depositare solo una frazione della somma totale chiamata margine.

Questo è il motivo per cui il margine di negoziazione si traduce in un elevato fattore di leva finanziaria nelle operazioni su derivati. Con un piccolo deposito, si è in grado di mantenere una grande posizione eccezionale. Il fattore di leva è fisso; c’è un limite a quanto puoi prendere in prestito. Lo speculatore acquistava da tre a cinque volte la quantità che il suo investimento di capitale avrebbe altrimenti potuto permettergli di acquistare nel mercato dei contanti.

Ad esempio, diciamo una somma di Rs. 1.8 Lakh recupera 180 azioni della ABC Ltd. nel mercato del contante al tasso di Rs. 1.000 per azione. Supponiamo che la negoziazione a margine nel mercato dei derivati ​​consenta di acquistare azioni con un margine pari al 30% del valore della posizione in sospeso. Quindi, potrai acquistare 600 azioni della stessa società allo stesso prezzo con il tuo capitale di Rs. 1.8 lakh, anche se la tua posizione totale è Rs. 6 lakh.

Prezzo delle azioni

Se il prezzo delle azioni aumenta di Rs. 100, le tue 180 azioni nel mercato dei contanti genereranno un profitto di Rs. 18.000, il che significherebbe un ritorno del 10% sul vostro investimento. Tuttavia, il tuo profitto nel mercato dei derivati ​​sarebbe molto più alto.

Lo stesso aumento di Rs. 100 nel mercato dei derivati ​​avrebbero recuperato Rs. 60.000, che si traduce in un enorme ritorno di oltre il 33% sul vostro investimento di Rs. 1,8 lakh. In questo modo un operatore di margine, che è fondamentalmente uno speculatore, beneficia del trading nei mercati dei

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISAE – il Team

L’attività SEO su Isae.it è gestita dalla Fattoretto srl.

Per contattare il team di Isae.it e richiedere informazioni basta andare nella pagina contatti, che potrai trovare cliccando qui.

Disclaimer

Tutte le informazioni presenti nel sito isae.it sono da intendere a puro scopo informativo e NON rappresentano in alcun modo consigli o indicazioni finanziarie. Gli Autori ed i titolari di isae.it non possono garantire il successo delle strategie suggerite e non si assumono la responsabilità per le scelte e gli investimenti fatti dai lettori.

ISAE- Istituto Studio Analisi Economica

L’ISAE prosegue le inchieste congiunturali sui consumatori e sulle imprese già svolte dall’ISCO, garantendone la continuità scientifica, per quel che riguarda le serie storiche dal 1982. Le indagini sono svolte nell’ambito di uno schema armonizzato in sede europea, che ne consente la comparazione con quelle realizzate da altri analoghi Istituti comunitari (come l’Institut National de la Statistique et des Etudes Economiques – INSEE in Francia e l’Institut fűr Wirtschaftsforschung – IFO in Germania).

Copyright 2018 Isae.it di Fattoretto srl – P.iva 04245770278

L’attività SEO su Isae.it è gestita da www.massimofattoretto.com.