Business BNL: le migliori offerte per aziende e professionisti

Le offerte dedicata a Professionisti e aziende di Banca BNL

Nelle banche il mondo business rappresenta la parte piu strutturata e analitica del settore economico/remunerativo. parlare di offerte a Professionisti e aziende da parte degli istituti di credito è sicuramente una cosa non facile, soprattutto per la vastita del campo e per le differenze tra Banche.

Prenderemo come riferimento la Banca Nazionale del Lavoro. cercheremo di entrare nel campo delle offerte riservate a professionisti e persone giuridiche (differenza da persone fisiche) partendo dal rapporto di conto corrente impresa.

Elenchiamo le tipologia di convenzioni che l’impresa nella figura dell’amministratore delegato o dal titolare effettivo puo scegliere tra la gamma rapporti di conto:

  • Conto Aziende che prevede spese liquidazione trimestrali € 50,00 e spese forfettarie trimestrali €36,70 con operazioni illimitate. Costo mese € 28,90
  • Conto Professionisti che prevede spese forfettarie trimestrali € 46,50 fino a 20 operazioni a trimestre e € 0,80 dalla 21ma operazione. Costo mese : € 15,50
  • Conto Agricoltori che prevede spese forfettarie trimestrali € 49,90 fino a 20 operazioni e € 1,70 dalla 21ma operazione. Costo mese : € 16,63
  • Conto Artigiani prevede spese forfettarie trimestrali € 33,00 fino a 20 operazioni e €0,50 dalla 21ma operazione. Costo mese : € 11,00.

Si nota che la gamma è ampia e le differenze sono di notevole entità e permettono al cliente di scegliere in base al rapporto costo/servizio anche in base al numero di movimenti previsti dall’azienda titolare. il rapporto di conto per un’azienda o per un professionista è letteralmente fondamentale.

Sui rapporti è applicato un bollo annuo di 100 euro, ma è importante capire come è strutturato tale importo:

Nel caso in cui l’estratto conto è inviato con una periodicità diversa da quella annuale, l’imposta di bollo dovuta è rapportata al periodo rendicontato e viene pertanto ripartita su base giornaliera.Il tributo quindi è applicabile ad ogni rendicontazione infra-annuale o annuale, ivi compresi gli estratti e rendiconti di estinzione, ed è sempre rapportato al periodo di rendicontazione, anche per le aperture e chiusure in corso d’anno.

Il periodo di riferimento per il calcolo dell’imposta è l’anno civile; in altri termini, in caso di apertura o chiusura di un rapporto in corso d’anno, si determinano a partire dal 1 gennaio 2013 le quote di imposta su base giornaliera:

  • A partire dal giorno di apertura del rapporto fino al termine del periodo rendicontato;
  • A partire dal giorno di apertura del rapporto fino al giorno di chiusura del rapporto, tenendo presente che, qualora l’importo applicabile sul documento sia inferiore ad un euro, il tributo dovuto sarà comunque pari a tale importo;
  • Dall’inizio del periodo rendicontato fino al giorno di chiusura del rapporto, tenendo presente che, qualora l’importo applicabile sul documento sia inferiore ad un euro, il tributo dovuto sarà comunque pari a tale importo.

Gli accessori abbinabili al rapporto di conto sono molti e inizieremo parlando della carta di credito business. E’ uno strumento di pagamento alternativo agli ormai obsoleti e malvisti contanti, l’addebito mensile va sul conto dell’azienda e permette il controllo costante delle spese e dei luoghi in cui sono state effettuate.

Altro strumento quasi sempre fondamentale per qualsiasi azienda, professionista è l’elasticità di cassa o più comunemente Fido (linea di credito a breve termine). viene sempre concesso in base al bilancio o al fatturato della società richiedente e previa istruttoria da parte dell’istituto bancario. la richiesta viene processata ed, a seconda dell’esito e del rating che emerge va in delibera ad organo superiore.

Il fido ha un costo fisso trimestrale chiamato caf di 50, 100, 200 euro a seconda dell’importo e della convenzione stabilita con il gestore.

Gli interessi vengono addebitati trimestralmente e ad oggi sono circa il 6,5% annuo. il vantaggio d utilizzare il fido da parte dell’azienda è la possibilità di portare in detrazione gli interessi stessi ed utilizzare i fondi per anticipo pagamenti evitando di rimanere a saldo zero.

Altro importantissimo strumento per le aziende che offrono gli istituti bancari è l’anticipo fatture;
si tratta sostanzialmente di anticipare gli importi delle fatture emesse ai clienti dalle aziende stesse ed avere subito gli importi disponibili. anche in questo caso la banca fa un processo alla richiesta e, sempre in base al rating della stessa, inoltra la richiesta all’organo deliberante. il tasso applicato agli importi anticipati è di circa il 7% ma va considerato che quasi mai tale tasso è applicato per l’intero anno, essendo riferito al èeriodo tra l’emissione dea fattura e l’incasso che è quasi sempre 90 giorni.

Entriamo adesso nel mondo dei pagameNti telematici come il P.O.S. – acronimo di Point Of Sale .

Questo strumento per gli esercizi commerciali è fondamentale e non ci sono attività che non abbiano un terminale collegato all’istituto di cui è cliente.
I vantaggi sono moltissimi, per esempio accettare pagamenti tramite carte dei circuiti Visa, Visa Electron, VPAY, MasterCard, Maestro, PagoBANCOMAT, unioay International, American Express, Dinners ecc.Gestire i pagamenti con elevati standard di sicurezza;
Ridurre i costi di gestione del denaro contante (versamenti in c/c);
Avere maggiore sicurezza contro furti e rapine derivante dalla gestione di pagamenti in contanti;
Accreditare le transazioni, al lordo delle commissioni, direttamente sul proprio c/c, con valuta il primo giorno lavorativo successivo alla data in cui sono state effettuate;
Beneficiare dei giorni di valuta che intercorrono tra l’accredito della transazione e l’addebito delle commissioni, che avviene l’ultimo giorno del mese di pertinenza;
Ricevere un’unica rendicontazione mensile dei pagamenti effettuati con il POS, con il dettaglio dei volumi e le commissioni applicate per singolo circuito;
Accettare pagamenti in mobilità, in qualsiasi momento e luogo, tramite carte di credito, debito e prepagate anche in modalità contactless (assenza di contatto con il c7c).
Agevolare la mobilità grazie a dimensioni ridotte e leggerezza.
la richiesta dello strumento puo essere fatta presso le Agenzie BNL o con la rete BNL POSitivity che è stata istituita appositamente per gestire il sistema e l’erogazione dei servizi dedicati al POS.
le spese sono cosi ripartite:
100 euro importo una tantum
120 euro annui per esercizi con transazioni inferiori a 25.000 euro altrimenti gratis
una serie di spese riferite a contestazioni e/o a riaccrediti
commissioni sul transato in percentuale (tra 0.7 e 1.2%).

Una specifica linea di credito è il finanziamento chirografari/ipotecari a breve/medio/lungo termine rivolto alle imprese artigiane e alle piccole e medie imprese, caratterizzato da facilità di accesso all’istruttoria della richiesta di concessione. tasso applicato BNL 6.5 %.

Si può richiedere per molteplici esigenze come:

    • Acquisto nuovi impianti
    • Acquisto impianti ed attrezzature per l’avvio o per l’acquisizione di attività Artigianali
    • Acquisto impianti di produzione di energia da fonti rinnovabiliRipianamento delle passività a breve e ristrutturazione del debito
    • Investimenti nella aree regionali del Veneto e Piemonte
    • Investimenti in sistemi e prodotti telematici o in strumenti che favoriscano l’attività informatica e di telecomunicazione
    • Acquisto di macchinari, attrezzature, autoveicoli e materie prime e le spese per l’avvio di nuove attività
    • Acquisizione e costituzione di scorte di materie prime e semilavorateRisoluzione piccoli problemi di liquidità
    • Approvvigionamento di scorte di materie prime e di prodotti finiti o reintegro del capitale circolante
    • Rendere disponibile in via anticipata il capitale derivante dai contributi agevolativi
    • Ristrutturazione immobili ed è considerata agevolato ed utile, perchè come per tutte le altre linee di credito permette di scaricare gli interessi passivi.

Abbiamo parlato solo in parte di quello che la Banca Nazionale del lavoro offre alle aziende e ai professionisti, ma il mondo della banca imprsa è enormemente più ampio e aperto davvero ad ogni singola esigenza.

ISAE – il Team

L’attività SEO su Isae.it è gestita dalla Fattoretto srl.

Per contattare il team di Isae.it e richiedere informazioni basta andare nella pagina contatti, che potrai trovare cliccando qui.

Disclaimer

Tutte le informazioni presenti nel sito isae.it sono da intendere a puro scopo informativo e NON rappresentano in alcun modo consigli o indicazioni finanziarie. Gli Autori ed i titolari di isae.it non possono garantire il successo delle strategie suggerite e non si assumono la responsabilità per le scelte e gli investimenti fatti dai lettori.

ISAE- Istituto Studio Analisi Economica

L’ISAE prosegue le inchieste congiunturali sui consumatori e sulle imprese già svolte dall’ISCO, garantendone la continuità scientifica, per quel che riguarda le serie storiche dal 1982. Le indagini sono svolte nell’ambito di uno schema armonizzato in sede europea, che ne consente la comparazione con quelle realizzate da altri analoghi Istituti comunitari (come l’Institut National de la Statistique et des Etudes Economiques – INSEE in Francia e l’Institut fűr Wirtschaftsforschung – IFO in Germania).

Copyright 2018 Isae.it di Fattoretto srl – P.iva 04245770278

L’attività SEO su Isae.it è gestita da www.massimofattoretto.com.