Prestiti Senza Garanzie: come funzionano e come farne domanda

Si possono verificare situazioni nella vita in cui si ha la necessità di un prestito, ma non si hanno garanzie da dare. Molto spesso le banche, dove siamo correnti, conoscendo la situazione finanziaria del correntista, non vogliono esporsi e correre il rischio di concedere prestiti.

Può anche capitare la situazione in cui abbiamo già dei finanziamenti in corso con l’istituto di credito o veniamo a trovarci in una situazione di criticità per cui abbiamo bisogno di liquidità.

Anche quando non si ha un’occupazione a tempo indeterminato e si è assunti solo con contratti a termine brevi può essere difficile fornire garanzie.

In questo articolo vediamo cosa sono i prestiti senza garanzia e come ottenerli.

I Prestiti senza Garanzia

Un prestito personale di questo tipo è un finanziamento che la persona chiede senza avere una busta paga o un reddito dimostrabile da lavoratore autonomo.

In pratica si trovane nella condizione di non poter fornire garanzie che in qualche modo pagherà e farà fronte alle rate.

Precisiamo che non esiste un prestito per il quale non viene richiesta nessuna garanza. Nessun istituto di credito o società finanziaria presterebbe denaro senza avere una garanzia.

Un prestito senza busta paga, o a chi non ha uno stipendio fisso di solito viene accordato con la presentazione di garanzie differenti, come ad esempio un’ipoteca sulla casa o l’accensione di un prestito cambializzato.

Un prestito per una persona che presenta un alto rischio non è facile da ottenere.

I prestiti più facili da ottenere per chi non ha una busta paga o un reddito dimostrabile sono al di sotto dei cinquemila euro, appunto perchè gli istituti bancari non vogliono accollarsi troppi rischi.

Il prestito personale

Può essere richiesto senza dover specificare per cosa sarà utilizzato ed è possibile chiederlo alla propria banca, a qualsiasi altro istituto bancario o di credito, ma anche alle società finanziarie.

Queste ultime sono molto presenti online. Di solito per richiedere un prestito bisogno presentare dei documenti, tra cui quelli che comprovano di avere uno stipendio, un certo reddito o comunque la possibilità di ritornare il denaro con delle rate prestabilite.

La prima garanzia richiesta è, come dicevamo, la busta paga, o l’Unico per i lavoratori autonomi.

Prestito senza Garanzie nel dettaglio

Con prestito senza garanzie si intende un prestito per il quale non si ha la possibilità di presentare la busta paga o una dichiarazione dei redditi.

Questo significa che l’istituto o società si ritroverebbe ad assumersi il totale rischio della nostra situazione finanziaria, se non avesse null’altro su cui avvalersi per la riscossione delle rate.

Nessuno lo fa mai. Banche e società di finanziamento non prestano denaro senza nessuna garanzia.

Quindi con Prestito senza Garanzie viene inteso un prestito per cui in realtà vengono offerte garanzie alternative e differenti dalla busta paga o modello Unico.

Vediamo quali sono queste garanzie alternative.

Un garante

Il garante è un persona che conosce bene la persona che chiede il prestito. Sa che, a parte il momento di difficoltà, questa farà il possibile per pagare le rate senza essere insolventi.

Deve avere una gran fiducia nella persona che chiede il prestisto perché se questa non dovesse essere in grado di far fronte al prestito la banca o la società di finanziamento andrà dal garante a chiedere l’estinzione.

E visto che lui si è fatto appunta garante non potrà esimersi dal farlo.

Il garante deve avere, a sua volta, una buona affidabilità redditizia e un’età giusta. Altrimenti non verrà accettato come tale.

Le cambiali

Come dicevamo, le cambiali possono essere una garanzia alternative. Lo svantaggio della cambiale è che se le rate non vengono pagate la banca o società di credito potrà pignorare dei beni per coprire l’ammontare delle rate impagate.

L’ipoteca sulla casa

Questa ipotesi è fattibile, ma complicata. Se il prestito che si richiede è molto piccolo non vale nemmeno la pena di tenerla in considerazione.

In ogni caso prevedere che sia accesa un’ipoteca sulla casa, in misura da coprire il prestito richiesto.

Altre alternative possibili

Per le persone divorziate, un’alternativa può essere la garanzia dell’assegno di mantenimento percepito dal coniuge.

Per chi riscuote degli affitti, l’alternativa può essere la garanzia dei canoni che percepisce dagli affittuari.

C’è anche la possibilità di garantire con dei valori di cui si dispone, ad esempio gioielli, ma non solo.

A chi sono rivolti i Prestiti senza Garanzie?

A tutte le persone che non hanno la possibilità di presentare la busta paga o l’Unico da lavoratore autonomo.

Parliamo di casalinghe, lavoratori autonomi, disoccupati, ma anche di chi è in cassa integrazione e giovani.

Per quanto riguarda i giovani, o gli studenti ci sono in realtà anche altri tipi di prestiti senza garanzie.

Si chiamano prestiti d’onore e vengono concessi senza garanzie. Non ci vogliono né busta paga e nemmeno garante.

Concedono una linea di credito agevolata, ma ci vogliono determinate caratteristiche per poterlo chiedere. Di base sono legate allo studio oppure a finalità imprenditoriali.

In questo secondo caso il prestito può essere garantito dagli Enti, di solito la regione, che riceve fondi dalla comunità Europea. Per questa tipologia di prestiti senza garanzia si possono trovare maggiori informazioni sul sito microcredito.gov.it.

Come ottenere un Prestito senza Garanzia

Ci sono diversi siti online nei quali si possono fare simulazioni di prestito personale e dai quali si può ottenere anche una comparazione tra varie soluzioni disponibili.

Quando si compilano i campi richiesti per la valutazione è necessario inserire, nell’apposito spazio, che non si ha a disposizione una busta paga.

Per la richiesta di un prestito, nei comparatori online, è necessario compilare un modulo che richiede, in prima battuta, l’importo del prestito che si vuole richiedere, in quante rate si intende ripagarlo, se si vuole o meno un’assicurazione e l’anno di nascita del richiedente.

Nei campi successivi si inserirà, come tipo di impiego, o disoccupato oppure “reddito non dimostrabile”. In questo modo stabiliamo prima di tutto se c’è qualche offerta di prestito che risponde ai nostri parametri di ricerca.

Se c’è possiamo continuare con la simulazione e comparazione per poi richiedere la consulenza.

Per farlo si compila il modulo con tutti i propri dati personali e di contatto in modo che la società di finanziamento ci possa raggiungere con le comunicazioni.

Trovare un Prestito senza Garanzia

Non è semplice. Abbiamo provato all’interno dei più famosi siti di comparazione a cercare un prestito inserendo, nel campo relativo al lavoro, disoccupato, senza la possibilità di dimostrare il reddito, e in cassa integrazione.

Il sistema ha risposto dicendo che non c’erano prodotti che rispondevano a questi parametri.

Nel caso utilizzando portali come Segugio, PrestitiOnline, Compass e altri, non troviate un prodotto che possa venir incontro alle vostre esigenze, invece di utilizzare i simulatori di prestito online conviene telefonare.

Un caso particolare, o più specifico, necessita di una valutazione più attenta. In ogni sito trovate di solito un numero verde. Chiamare e farsi dare indicazioni può essere la soluzione più conveniente e meno dispendiosa in termini di tempo.

Prestiti senza Garanzie anticipazioni 2019

Purtroppo sempre più spesso le persone si trovano nella condizione di non avere garanzie da offrire, come la busta paga, e di dover chiedere un prestito personale.

Per questo le società finanziarie metto a punto servizi sempre più mirati con la possibilità di garantire la propria volontà di ripagare il prestito in modi differenti.