Prestito più Conveniente: I migliori prestiti più economici oggi

Negli ultimi anni, sempre più italiani si affidano ad un prestito per delle piccole esigenze extra, come ad esempio, poter acquistare l’automobile, per ristrutturare o arredare la casa ma anche per sopperire alle spese quotidiane della famiglia.

Ottenere un prestito non è così difficile come si può pensare ma, prima di richiederlo, sarebbe opportuno e importante arrivare preparati e informati su quali sono i migliori prestiti più economici del momento. Riuscire a scegliere il prestito più conveniente per voi non è difficile, basta seguire attentamente alcuni punti fondamentali.

Il prestito più conveniente oggi

Sono davvero tante oggi le possibilità di avere un prestito oggi, sia presso le banche sia presso gli istituti finanziari. Pertanto, prima di accettare un prestito considerate bene tutte le possibilità, perché questo influenzerà la vostra vita per un po’ di anni.

Non fermatevi mai alla prima proposta ricevuta ma sondate più possibilità: oggi, infatti, è molto semplice confrontare diversi preventivi di prestiti.

Basta collegarsi sul Web, comodamente da casa, e seguire le indicazioni dei numerosi siti di preventivi online. Basta inserire qualche dato e con pochi clic, avrete immediatamente la proposta di prestito che più si addice alla vostra situazione. Considerate bene tutti i parametri, non sottovalutate assolutamente Tan e Taeg e scegliete la soluzione ideale per voi.

Grazie alle numerose pagine Web di preventivi online sarà davvero semplice scoprire qual è il miglior prestito al momento per voi, che, inoltre, si differenzia anche in base all’uso che dovete farne: se per acquistare un’auto, ristrutturare casa o per saldare debiti precedenti. Ci sono possibilità di prestito per qualsiasi situazione e sono tutti indicati sul web.

Sui diversi siti Internet, inoltre, la richiesta di preventivo è in forma del tutto anonima e ovviamente senza alcun vincolo d’impegno. Per chi, poi, volesse essere seguito in maniera diversa, i vari siti di comparazione dei costi hanno un numero telefonico con cui prestano assistenza e vi danno un valido aiuto nell’individuare il prestito più economico del momento.

Quali sono i requisiti per ottenere un prestito

I requisiti per ottenere un prestito cambiano in base al tipo di prestito richiesto ma, in linea generale, devono rispettare i seguenti parametri:

  • solitamente bisogna avere un’età tra i 18 e i 70 anni;
  • bisogna dimostrare di avere un reddito o un’entrata fissa;
  • bisogna avere la residenza in Italia;
  • bisogna essere titolari di un conto corrente bancario.

Questi parametri possono variare in qualcosa, a discrezione delle banche o degli istituti finanziari cui decidete di rivolgervi.

Diverse tipologie di prestiti

Secondo la nostra situazione economica e le finalità a cui destiniamo il prestito, si distinguono diverse tipologie di prestiti tra cui: i cosiddetti piccoli prestiti, i prestiti veloci, prestiti senza busta paga, prestiti con cessione del quinto dello stipendio e i prestiti a cattivi pagatori.

I piccoli prestiti sono finanziamenti di somme non elevate, solitamente questi piccoli prestiti raggiungono al massimo la cifra di 10.000 euro, in base al reddito che percepisce il richiedente, e sono ripagabili in circa 3 o 4 anni al massimo.

I prestiti veloci, come facilmente intuibile, sono prestiti cui si può accedere in tempi molto rapidi, circa 24 o 48 ore, magari per chi ha necessità di sopperire ad una spesa improvvisa. Di solito si tratta comunque d’importi non superiori ai 5.000 euro, per cui non sono necessarie garanzie.

I prestiti senza busta paga sono dei finanziamenti pensati per chi ha subito la forte crisi di questi ultimi anni, per chi vive con contratti di lavoro precari e non può portare delle garanzie reddituali. Sono anche questi prestiti di somme relativamente basse, non superiori ai 5.000 euro ma che devono fornire delle garanzie alternative alla busta paga: ad esempio l’ipoteca, una fideiussione, ecc.

I prestiti con cessione del quinto dello stipendio, invece, sono i prestiti ideali per i lavoratori dipendenti o i pensionati. Con questo prestito, l’intero finanziamento viene estinto tramite appunto la cessione del quinto dello stipendio o della pensione, che va automatica a coprire la rata mensile.

L’importo finanziabile, così come il periodo in cui deve essere estinto sono variabili e dipendono da diversi fattori, che vanno valutati caso per caso.

I prestiti ai cattivi pagatori sono dei prestiti particolari, riservati ad una tipologia ben definita di persone. Bisogna considerare che, nel momento in cui chiediamo un prestito o un finanziamento, ognuno di noi viene inserito nel Sic (Sistemi di informazioni creditizie) e, se si paga in ritardo una rata o se non viene pagata affatto, si viene definiti nel sistema come cattivi pagatori.

Con delle condizioni particolari ( ad esempio un contratto di lavoro a tempo indeterminato), tuttavia, è possibile richiedere nuovamente un prestito, fornendo delle garanzie certe.

Come scegliere il prestito migliore per voi

Quando si ha la necessità di chiedere un prestito bisogna prima di tutto imparare a considerare e tenere sempre ben presente due fattori molto importanti: il Tan e il Taeg. Tutti noi abbiamo sicuramente sentito parlare di questi due elementi, ma cosa sono in realtà?

Il Tan, Tasso Annuale nominale, è il tasso d’interesse espresso in percentuale e su valore annuo, che si applica al capitale finanziato. Il Tan, quindi, determina la quota d’interesse che costituisce la rata mensile di rimborso.

Il Taeg, Tasso annuale effettivo globale, invece, misura il costo complessivo dell’intero finanziamento, anche questo viene espresso in percentuale e su base annua. Il Taeg, quindi, considera anche eventuali oneri che sono a carico del cliente.

Pertanto, confrontando le diverse offerte di prestito, tenete sempre ben presente il Taeg, che calcola il costo complessivo del prestito.

Ricordiamo, inoltre, che solitamente i prestiti personali partono da qualche migliaio di euro fino ad arrivare ad un massimo di 90.000 €, mentre le rate si estinguono in un periodo che va da uno ad un massimo di 10 anni.

Quando decidete di richiedere un prestito, poi, prendete anche in considerazione l’idea di stipulare un’assicurazione che tuteli voi e la vostra famiglia in caso di perdita di lavoro, di malattia grave o di morte.

Consigli rapidi per individuare il miglior prestito più economico nel 2019

Concludendo, nel valutare quale sia il miglior prestito più economico in base alla vostra situazione, tenete sempre in mente e seguite questo schema: innanzitutto controllate sempre il TAN, ovviamente più sarà basso, più conveniente sarà la rata del prestito.

Insieme al TAN, verificate sempre le spese accessorie e, quindi, le spese per l’istruttoria, per la gestione del prestito, l’imposta di bollo, le spese per la chiusura della pratica, l’eventuale assicurazione, ecc, controllando il Taeg.

Soffermatevi, inoltre, sul costo dell’assicurazione, un piccolo extra aggiuntivo alla vostra rata ma che vi farà dormire sonni più tranquilli in caso di perdita del lavoro o grave malattia, ecc.

Se vi è possibile, poi, accompagnate la vostra richiesta di prestito con la figura del garante, che renderà gli istituti di credito più tranquilli e sicuri.

Infine, non rischiate di pagare una rata che non potete permettervi perché vi farebbe arrivare ogni volta alla fine del mese con l’acqua alla gola, ma piuttosto aumentate il numero delle rate se necessario, per avere un rapporto tra rata e reddito non superiore al 30% di quest’ultimo.