Tempi Bonifico: Tempistiche per la Ricezione e Accredito di un Bonifico Bancario in Italia e da/per paese Estero

La cessione del Quinto Findomestic è un prestito personale non finalizzato, concesso al richiedente sulla base dello stipendio percepito, non sono richieste ulteriori garanzie, si distingue dalle altre proposte presenti sul mercato per diverse sue caratteristiche.

Cessione del Quinto Findomestic: come funziona

Capita molto spesso di essere a corto di denaro e dover affrontare una spesa. Generalmente chi chiede un prestito è spinto da diverse ragioni, come l’acquisto dell’auto, ristrutturare casa, effettuare interventi chirurgici o semplicemente fare un viaggio. Chiedere un prestito non significa non avere la possibilità economica necessaria a coprire il fabbisogno, ma semplicemente non avere in quel preciso momento la liquidità necessaria per affrontare il progetto.

I destinatari

Questa proposta dell’istituto Findomestic è pensata per tutti coloro che percepiscono un salario da lavoro dipendente sia che si tratti di aziende private che pubbliche.

Al prestito possono accedere anche pensionati che non abbiano superato la soglia dei settantatré anni. La condizione per avere la somma desiderata non è solo avere una fonte mensile di reddito, ma anche che il lavoro sia a tempo determinato e l’azienda fornitrice sia in salute.

Nel caso dei pensionati pur essendoci la garanzia statale dietro la richiesta c’è il rischio di morte che potrebbe impedire il riscatto totale della somma pagata. Sono questi i motivi per cui in fase di sottoscrizione del contratto di cessione del quinto Findomestic vengono sottoscritte due polizze, una che copre il rischio di licenziamento e l’altro di morte prematura.

La durata del prestito

Questo tipo di prestito non può superare i 10 anni e comunque l’ammontare della rata non deve superare il 20% della somma percepita. Si può ben capire che tutto dipende dalla capacità monetaria raggiunta.

I pensionati che percepiscono la pensione minima non possono pagare una rata mensile superiore ai 100 euro, proprio perché non riuscirebbero a vivere dignitosamente con la restante parte.

Restituzione della somma

Mensilmente la quota da pagare alla compagnia Findomestic sarà versata dal datore di lavoro sul conto fornito in fase di firma del contratto.

L’operazione è diretta e viene eseguita immediatamente al pagamento del mensile. Mentre l’intera somma richiesta sarà disponibile sul conto del richiedente nel giro di qualche giorno. Generalmente più è alta la somma richiesta, maggiori saranno i giorni di attesa.

Le Garanzie

Per accedere a questo credito non è necessario coprire con ipoteche il proprio patrimonio, è sufficiente avere uno stipendio o una pensione da lavoro dipendente a tempo determinato, non sono richieste altre garanzie.

L’istruttoria prevede la presentazione del cedolino, sia che si tratti di lavoratore che di pensionato, il documento di identità con la tessera sanitaria e un documento comprovante il tipo di lavoro svolto, in cui è possibile visualizzare il TFR maturato, se accantonato o percepito, il ruolo, e il livello raggiunto nella scala contributiva.

Non è necessario fornire una motivazione per cui si chiede il prestito. Questo non è finalizzato, può essere utilizzato a proprio insindacabile piacimento.

I documenti richiesti per la Cessione del Quinto Findomestic

La pratica viene avviata recandosi in una delle tante agenzie sparse nel territorio italiano. Sin dal primo contatto è bene presentere la documentazione necessaria per la valutazione della richiesta e quindi busta paga, CUD e documento di indentità. Non è un problema essere iscritti nell’albo dei cattivi pagatori.

Questa forma di prestito non considera questa distinzione e permette a chiunque di ricevere la somma desiderata. È possibile accedere a questo prestito anche se si hanno altri prestiti in corso, l’importante che la quota della rata non ecceda il 20% del salario percepito.

Le opinioni sulla cessione del Quinto Findomestic

Contratto di cessione del Quinto Findomestic

Dopo aver avviato l’istruttoria, la filiale deve analizzare tutta la docuemntazione per verificare la correttezza dei dati e analizzare la situazione economica. Se sono necessarie delle retifiche saranno richieste a chi presenta la domanda, altrimenti si procederà alla stesura del contratto e alla firma per accettazione di tutte le clausole, comprese le polize vita e di rischio. Il passo successivo è inviare il contratto al datore di lavoro per l’accettazione del patto.

Con la firma l’imprenditore accetta di inviare una parte del salario dovuto al suo dipendente all’istituto di credito, nella misura del venti per cento. Il contratto deve essere spedito alla compagnia nell’arco delle 24/48 ore, alla ricezione, il prestito è accordato, viene così versata la somma richiesta sul conto del richiedente, al netto delle spese di istruttoria e avvio pratica. Ogni quota sarà comprensiva anche delle due polizze, quindi la somma richiesta è maggiorata con gli oneri dovuti.

Annullamento del contratto

La cessione del quinto è a tutti gli effetti un contratto e come tale è possibile recedere da esso.

Secondo la normativa commerciale, chiunque sottoscriva un contratto ha quattordici giorni di tempo per scindere il contratto e annullarlo.

La volontà va notificata tramite posta elettronica certificata, con valore legale o con raccomandata con ricevuta di ritorno. In tutti i casi devono essere indicati il nominativo di chi richiede il prestito, il numero di contratto e la data, in cui si è avviata l’istruttoria.

Estinzione anticipata del prestito

La cessione del quinto Findomestic può essere interrotto prima della scadenza per diversi motivi, uno fra tutti la possibilità per il richiedente di estinguere anticipatamente l’intera somma. Nel caso che si verifichi questo caso, per contratto, è d’obbligo versare l’un percento quale onere per estinzione ancipata del contratto.

 

In ogni caso la somma da versare non deve superare la parte restante del debito da versare. Findomestic ha previso una modalità della cessione del Quinto a zero spese, in questo caso non sono previsti bolli, oneri d’apertura e istruttoria, né tanto meno si deve pagare la percentuale per estinzione ancitipata.

Interessi dovuti

Il vantaggio della cessione del Quinto Findomestic risiede essenzialmente sul fatto che pagare un prestito dallo stipendio significa non intaccare i risparmi presenti sul conto corrente. Molti sono coloro che lo richiedono, anche se i tassi di interesse non sono molto bassi. Infatti per somme fino a cinquemila euro il Tan è 12% e il Taeg circa il 21, quest’ultimo diminuisce a di 4 punti per le somme maggiori. Sin dal primo contatto è bene presentere la documentazione necessaria per la valutazione della richiesta e quindi busta paga, CUD e documento di indentità. Non è un problema essere iscritti nell’albo dei cattivi pagatori.

Questa forma di prestito non considera questa distinzione e permette a chiunque di ricevere la somma desiderata. È possibile accedere a questo prestito anche se si hanno altri prestiti in corso, l’importante che la quota della rata non ecceda il 20% del salario percepito.

Le polizze

Come già detto vengono stipulate obbligatoriamente due polizze, la prima è l’assicurazione vita che prevede il versamento del ventotto percento del capitale richiesto e la polizza rischio impiego che corrisponde al 20% del capitale prestato.

Oneri accessori

Questo tipo di prestiti sono coperti da altri oneri come quelli di istruttoria pari al venti per cento e quelli di avvio pratica, il 12 per cento. A queste vanno aggiunte anche le spese per estinzione anticipata del debito e il bollo richiesto per legge.

Tempi Bonifico: Tempistiche per la Ricezione e Accredito di un Bonifico Bancario in Italia e da/per paese Estero: anticipazioni 2019.